CUPRA MARITTIMA – Domenica 26 febbraio per l’Avis di Cupra Marittima si sono ritrovati presso il ristorante “Il Frutteto” iscritti, collaboratori, donatori e simpatizzanti accolti dall’attuale presidente Vincenzo Pulcini.

Si sono illustrati un po’ di dati riguardanti l’andamento dell’associazione: “I donatori attivi sono 160, e mentre nel 2010 sono state registrate 280 donazioni e 290 nel 2011. Durante l’anno abbiamo avuto 16 nuove iscrizioni, più 1 recupero, ma anche  30 soci depennati di cui 2 per motivi di età, 16 per motivi di salute, 1 per trasferimento, e 11 per abbandono. I dati sono comunque soddisfacenti”.

Pulcini ha ricordato inoltre che: “L’Avis cerca costantemente di farsi conoscere nel proprio territorio sensibilizzando i cittadini insieme all’Aido sempre presenti alle più svariate manifestazioni, dalla fiera di maggio, alla festa dello sport, alla ricorrenza del 4 novembre, di San Basso”.

Molte le iniziative sostenute come la partecipazione alla quinta giornata del Ringraziamento Avis delle Marche dei giovani: Emidio Mignini e Daniela Montenovo, il torneo di beach volley di Grottammare, insieme alla Pro Loco all’iniziativa “Un’orchidea dell’Unicef per i bambini”.

L’Avis finanzierà il restauro delle lapidi commemorative di piazza della Libertà. Franco Regi, storico avisino ha ripercorso la storia dell’Avis in relazione all’Unità d’Italia, dalle prime donazioni fino alla fondazione ufficiale dell’associazione da parte di Vittorio Formentano nel 1927 a Milano.

“A Cupra – ha spiegato Regi – l’Avis fu fondata nel 1979 e cercò subito di inserirsi nel tessuto sociale attraverso tante piccole, grandi iniziative che coinvolsero cuprensi e non solo. I risultati di queste collaborazioni si vedono a tutt’oggi, e sono un solido gruppo di volenterosi che portano avanti il messaggio dell’Avis, ovvero intervenire dove e come possibile a sostegno del prossimo. Speriamo di poter trasmettere questi valori alle generazioni future”.

Presenti alla mattinata anche il sindaco Domenico D’Annibali che si è complimentato per il lavoro svolto dagli avisini, l’assessore ai servizi sociali Anna Maria Cerolini.

Il presidente provinciale Massimo Lauri ha lanciano un appello ai giovani affinché si iscrivano numerosi e conoscano questa realtà.

Hanno partecipato all’assemblea tantissimi soci, tra questi si sono prodigati in particolare al raggiungimento degli obiettivi dell’Avis Mario Verdecchia (vice presidente), Andrea Mora (segretario), Carmine Chiodi (amministratore), Paolo Forse, Pietro Marconi, Valter Martelli, Gianfranco Persico e Giancarlo Voltattorni.

Per l’occasione è stato presentato il nuovo stendardo dell’Avis, benedetto al momento dal parroco di Cupra Don Luigino.

I soci hanno voluto infine ricordare la generosità del dottor Marco Pasetti, erede Ciccarelli, che puntualmente contribuisce generosamente alle esigenze dell’Avis; alla pasticceria Garden che da diversi anni fornisce gratuitamente la colazione durante la raccolta sangue a Cupra; al signor Franco Ferrato per la fornitura del caffè e l’assistenza tecnica; alla Forno Tassotti per il pane offerto durante il pranzo; al ristorante “Il Frutteto”; all’azienda “Antica Pasta” di Campofilone per aver fornito la pasta.

La lotteria di beneficenza destinerà il ricavato alle esigenze dell’associazione, sempre mirate ad operare al meglio nel territorio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 364 volte, 1 oggi)