per vedere il video clicca sulla icona a destra

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dopo la meritata vittoria conquistata a Pesaro, i rossoblu si preparano ad affrontare l’Ancona, coinquilina in classifica e  battuta durante il girone di andata.

Stessi punti e stessi obiettivi racchiusi in un diverso percorso. La Samb, reduce da 8 vittorie consecutive che le hanno permesso di agganciare il secondo posto, incontrerà una squadra che, avendo collezionato negli ultimi incontri una serie meno lineare di risultati, farà di tutto per frenare l’ascesa rossoblu.

“Sarà una partita difficile contro un avversario di livello – afferma Ottavio Palladini – Per noi sarebbe importante fare bene per garantire continuità a quello che stiamo facendo. I ragazzi stanno bene e sono concentrati ma dobbiamo restare con i piedi per terra“.

Evita il morso dell’emotività il tecnico rossoblu che con soddisfazione esamina l’attuale condizione dei suoi ragazzi: “Domenica, contro la Vis Pesaro, siamo stati bravi a chiudere gli spazi. Abbiamo battuto una squadra che ci ha messo in difficoltà. Su diverse ripartenze avremmo potuto raddoppiare ma è stato dimostrato che anche chi entra inseguito come Zazzetta o Voinea può fare benissimo. Ora – prosegue il mister – c’è una sintonia maggiore e siamo più organizzati. Senza togliere nulla a chi c’era prima ammetto che l’arrivo di Carteri e Oretti, la crescita fondamentale di Di Vicino e il recupero di Carpani hanno conferito una robustezza maggiore al centrocampo. Mengo e Marini svolgono bene il loro compito e anche Nicolosi, assieme a Bordi, stanno migliorando. Puglia lo abbiamo recuperato e Di Vincenzo ha un’infiammazione al tendine. Durante la settimana valuteremo se metterlo in campo domenica”.

Nonostante le ripetute vittorie la Samb vive alla giornata e non guarda le disanze di chi la precede: Ogni partita ha una storia a sè. Noi abbiamo degli obiettivi ed ora il prossimo si chiama Ancona”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 691 volte, 1 oggi)