per vedere il video clicca sulla destra e attendi qualche istante per il caricamento dello spot (il numero di visualizzazioni su YouTube non tiene conto delle visualizzazioni direttamente su RivieraOggi.it)

Riprese e montaggio Maria Josè Fernandez Moreno

GROTTAMMARE – Ma che succede? I cittadini di Grottammare se lo chiedono da qualche ora, da quando il sansificio ha ripreso a fumare. Ma non doveva essere chiuso a quest’ora? Il periodo di prova non doveva durare una settimana e terminare il 14 novembre?

Eravamo infatti in attesa della valutazione dei gas emessi.  Il permesso ad aprire era stato dato dalla Provincia di Ascoli Piceno per verificare se la ditta Adriaoli avesse, come da loro dichiarato, modificati i macchinari per abbattere le emissioni (vedi risultati di febbraio 2010).

Ma i politici? La Provincia, il Comune di Grottammare che fanno?

Abbiamo chiamato al cellulare il sindaco Luigi Merli di Grottammare, che ci ha ringraziato di avergli riferito prontamente che il sansificio ha ripreso a funzionare: “Ho sentito l‘Arpam (Agenzia Regionale per la protezione dell’Ambiente)  telefonicamente qualche giorno fa. Mi avevano detto che la loro relazione sull’impatto ambientale è di nuovo negativa e che avrebbero comunicato il tutto alla Provincia.  Non capisco cosa sia successo. Ora è tardi per agire (ore 19 n.d.r), domani mattina mi occuperò personalmente del fatto con gli uffici provinciali”.

Il sansificio continua a “sbuffare” e la Valtesino si è impregnata di nuovo del nauseabondo puzzo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.055 volte, 1 oggi)