SAN BENEDETTO DEL TRONTO – T.D., 41enne sambenedettese e già pregiudicato, è stato arrestato a seguito delle indagini del Commissariato di San Benedetto che hanno accertato come l’uomo, attraverso reitera minacce e azioni aggravate dall’uso del coltello aveva costretto sua madre, 74 anni, a consegnargli delle somme di denaro (da 30 a 100 euro), che utilizzava per acquistare della droga.

L’uomo aveva ridotto la propria madre in uno stato di profonda prostrazione insultandola, bestemmiando e arrivando perfino a cacciarla di casa. La madre spesso era costretta a rifugiarsi a casa di parenti per sfuggire alla furia del figlio. In alcuni casi la percuoteva procurandogli lesioni personali, spesso anche con lancio di oggetti al suo indirizzo che a volte l’avevano colpita al volto.

In una occasione poi aveva avuto lo stesso comportamento violento nei confronti di una parente. Mentre arrivava la Volante T.D., minacciando la stessa con un lungo coltello da cucina, le diceva: “Se non testimoni che uno dei poliziotti mi ha menato ti squarto”.

Le indagini condotte dalla sezione Anticrimine del Commissariato portavano alla richiesta del sostituto procuratore della Repubblica Cinzia Piccioni di una ordinanza di custodia cautelare in carcere da parte del Gip Carlo Calvaresi.

La madre ha subito in silenzio per lungo tempo pesanti angherie. Una vicenda terminata oggi con l’arresto in parola.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 766 volte, 1 oggi)