SAN BENEDETTO DEL TRONTO-  Finalmente è finito in manette lo spacciatore di banconote false da 100 euro che da tempo stava “infettando” la Riviera presso esercizi commerciali fuori e dentro la provincia.  Con l’accusa di spendita di  banconote false lunedì 18 luglio è finito in manette G.B. un 50enne di San Benedetto di professione agente di commercio.

Il suo fermo è il risultato di una meticolosa indagine condotta dai Carabinieri dietro la segnalazione di diversi locali visitati dall’arrestato. A dargli il colpo di grazia la perquisizione effettuata dai militari dell’Arma nella sua abitazione dove hanno trovato 7.200 euro tutte false e in tagli da cento.

E’ stato anche sequestrato un libro, ritagliato ad hoc, all’interno del quale il falsario nascondeva i finti soldi. Ora per lui si sono aperte le porte del carcere mentre le indagini procedono serrate per cercare di risalire ai fornitori. Il Comando dei Carabinieri invita chiunque fosse oggetto di un raggiro simile a darne pronta notizia alla forze dell’Ordine.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.513 volte, 1 oggi)