SAN BENEDETTO DEL TRONTO – I Design di Castelfidardo si sono aggiudicati la diciannovesima edizione di Sotterranea 2011, il contest rock nazionale ideato da Franco Cameli con lo scopo di premiare i gruppi emergenti del panorama italiano.

La band, composta da Daniele Strappato (voce), Roberto Cardinali (batteria e basi elettroniche), Sara Tringali (basso), Nicola Cerasa (chitarre e sinth) e Davide Orlando (chitarra), ha conquistato non solo il primo premio in denaro offerto dalla Full Mobili, ma anche il riconoscimento “Innovazione”.

Incetta di premi pure per i Matta Clast di Perugia, a cui sono andati i premi della “Critica”, “Band Avant Garde” e soprattutto il “MareMoto”. Quest’ultimo, consegnato dal presidente dell’associazione Occhio per Orecchio Paolo Miti, consiste nella partecipazione ad una delle serate del fortunato festival rivierasco che si svolgerà questa estate dal 29 luglio al 2 agosto.

Vince un’altro concerto il gruppo romano degli Unmask. Al gruppo è infatti andato il premio “Geko”, istituito quest’anno dai proprietari del locale Tania Piunti e Stefano Schiavoni e consistente in un concerto retribuito proprio presso il locale rivierasco. A loro inoltre il riconoscimento per l’ “Abilità Tecnica”.

Premio “Giuria”, ovvero un buono in denaro da spendere presso Giocondi Strumenti Musicali, ai Lustagroove. Ai Nadiè di Catania è andato l’attestato “Creatività” mentre gli Entropia di Biella hanno ottenuto il riconoscimento “Espressività”.

Un altro premio in denaro, assegnato per l’ “Originalità” del gruppo, è andato agli Elixir Kina di Vittorio Veneto in provincia di Treviso. Ad una band nostrana, i sambenedettesi Caljamari, è andato un altro storico ed ambito premio in denaro relativo alla composizione di un “Testo con valore letterario.

Tutti i gruppi selezionati per la finale, comunque, parteciperanno all’incisione del nuovo cd compilation Sotterranea 2011.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 185 volte, 1 oggi)