SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Fumata nera dal Nuovo Polo Sambenedettese per l’individuazione del proprio candidato sindaco. Lunedì sera sarebbe dovuto essere il giorno cruciale, ma così non è stato. Lo rende noto il deputato dell’Udc Amedeo Ciccanti, uno dei promotori dell’aggregazione fra centristi, Futuro e Libertà, Alleanza per l’Italia, Lista Martinelli, Liberal, Nuova Dc Marche, Repubblicani Uniti.

“Definiti i criteri e ascoltate le varie proposte, tutti gli attori del Nuovo Polo si sono riservati di riflettere su quanto detto e definire entro la settimana corrente una proposta di sindaco da verificare, ovviamente, con il diretto interessato”.

Dunque, se non c’è stata lunedì, la nomina ci sarà entro pochi giorni, annuncia Ciccanti. Che sul modus operandi della aggregazione politica, spiega: “La proposta con le linee guida del nostro programma, che è la sintesi di un mese di dibattito e di incontri anche con alcune associazioni sociali e culturali, è al momento al vaglio di tutti i gruppi politici che partecipano al progetto del Nuovo Polo. Alla fine di questa settimana sarà sottoscritta l’attuale bozza. La firma, secondo il documento preliminare che ha dato vita al Nuovo Polo, è condizione per partecipare alla scelta del nuovo candidato sindaco”.

Entro la prima settimana di marzo: queste le scadenze, dunque, che il Nuovo Polo si dà e annuncia per uscire dalla fase magmatica e indefinita della propria genesi, e approdare a un volto ben definito, nei programmi, nelle idee, nella persona da proporre alla cittadinanza.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 418 volte, 1 oggi)