SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si concludono lunedì 10 gennaio con l’ultimo appuntamento nella sala San Francesco della chiesa di Cristo Re a partire dalle 21.15 le assemblee del “Bilancio Partecipativo” organizzate dal Comune di San Benedetto.

L’incontro sarà riservato ai residenti dei quartieri Porto d’Ascoli Centro e Ragnola, che avranno modo di “concordare” con l’amministrazione comunale gli interventi più urgenti da realizzare, ma anche di discutere i prossimi interventi, come quello della riqualificazione di via Mare e di un importante intervento sui sottosistemi in via Monte Conero, quest’ultimo a carico della Ciip spa, per la soluzione del problema degli allagamenti lungo la Statale 16, nel quartiere Ragnola.

L’assemblea conclusiva si sarebbe dovuta svolgere lunedì 13 dicembre, ma l’incontro fu annullato a causa della neve. Dal 2006 ad oggi, da quando cioè l’Amministrazione comunale ha dato il via al progetto del “Bilancio Partecipativo”, si sono svolte circa cento assemblee in ogni zona della città, decine all’anno, e sono stati spesi oltre 5 milioni di euro per interventi “concordati” tra cittadini e giunta comunale, i cui membri partecipano appunto a queste assemblee.

Gli interventi vanno dai lavori sui sottosistemi, a nuovi marciapiedi e asfalti, manutenzione e potenziamento della pubblica illuminazione, aree verdi e molti altri. Tra gli ultimi lavori terminati o in fase di conclusione, si ricorda la sistemazione di tutta via Turati, con interventi appunto sui sottosistemi, l’asfalto e i marciapiedi, questi ultimi abbelliti con piccole aiuole in prossimità degli incroci. Precedenti interventi in via Val Cuvia, invece, hanno sostanzialmente risolto il grave problema degli allagamenti in quella zona, fino al tratto della Statale 16 immediatamente a nord del passaggio a livello.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 111 volte, 1 oggi)