SAN BENEDETTO DEL TRONTO – E’ Tiziano Giudici il nuovo allenatore della Samb. L’allenatore cuprense, dopo aver guidato la Sangiustese nelle ultime tre stagioni (storica la promozione in Serie D nel 2007-08, a cui sono seguite due buone stagioni in Seconda Divisione) subentra così al dimissionario Ottavio Palladini. Giudici è un pallino del presidente Sergio Spina: si conoscono da una vita, Spina apprezza il gioco delle squadre di Giudici, e voleva portarlo a San Benedetto già un anno fa, ma l’esclusione della Samb dalla Serie D impedì al presidente di coronare questa sua speranza. Nonostante Palladini stesse poi vincendo il campionato, Spina sondò anche nella scorsa primavera la situazione di Giudici, optando, infine, per una riconferma del tecnico vincente.

Adesso, con la Sangiustese esclusa dai professionisti per problemi economici e Giudici rimasto senza squadra, la Samb ha battuto la concorrenza del Giulianova, formazione di Seconda Divisione, che proprio in queste ore sta risolvendo il rapporto con Leonardo Bitetto (Di Giannatale è allenatore in seconda).

Giudici si dovrà mettere subito all’opera perché la squadra è già partita per il ritiro di Gatteo al Mare, in Romagna, dove mercoledì affronterà nel turno infrasettimanale il Cesenatico Martedì dirigerà il suo primo allenamento. Samb obbligata a vincere per non perdere terreno dalla capolista Teramo che, pur godendo di un calendario agevole, è a punteggio pieno dopo tre giornate. Facile prevedere che Giudici non modificherà troppo l’assetto tattico rossoblu, specie in questa prima partita: conoscendolo il 4-3-3 con Covelli e Bianchi (e in futuro Di Vicino) a supporto di Pazzi dovrebbe essere il modulo da lui preferito.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.919 volte, 1 oggi)