SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Odiato o amato, preparato con cura o consumato al volo, il cibo è sempre in cima ai nostri pensieri, anche quando non vogliamo. Lo sa bene chi, in un momento d’ansia, si ingozza di salatini e patatine; o chi, per lenire un dispiacere, divora un panettone intero. Ma il cibo è molto più che la valvola di sfogo delle nostre tensioni: il cibo è nutrimento e vita, è cura e attenzione, è socialità e comunicazione. Cucinare diventa quindi un atto profondamente creativo, giocoso, rassicurante, in cui ogni fase della realizzazione di una ricetta diventa un momento prezioso, da godere da soli o condividere con gli altri: preparare gli ingredienti, manipolare la materia, attendere la cottura, assaggiare.

Fino al momento più bello e più atteso, quello del convivio. Con “Cucinoterapia”, la psicologa del gusto Roberta Schira ci accompagna dietro ai fornelli in un viaggio che, passando attraverso la psicologia e le abitudini, dall’infanzia alla vecchiaia, svela i pregi e i benefici del cucinare e offre ricette golose e salutari per la mente, il cuore e il palato.

Il terzo appuntamento di “Incontri con il gusto”, il ciclo di incontri con gli artisti della cucina ed i loro libri di ricette, avrà come ospite proprio Roberta Schira con il suo ultimo libro, “Cucina terapia”. Sarà presentato giovedì 29 aprile all’interno di “Incontri con il gusto”, la rassegna ideata dal Cocalo’s club, in collaborazione con la “Bibliofila”, l’hotel “Progresso” sede dell’iniziativa e l’Azienda vitivinicola “Ciù Ciù”.

La serata avrà un costo di 15 euro e comprenderà, l’aperitivo di presentazione, l’introduzione al libro dell’Autrice e la cena a buffet.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 636 volte, 1 oggi)