SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Esattamente cinque anni or sono, il 25 marzo 2005, era riavviata l’attività della Casa Famiglia “S. Gemma Galgani” dopo un periodo di completa sospensione.
Con coraggio e determinazione la presidente Elena Angellotti, a fronte di una intera esistenza spesa nell’opera di amorevole accoglienza dei minori, decideva di riprendere il servizio, con la presentazione ufficiale del Progetto della nuova Comunità Educativa.
Nel giugno 2005 erano effettuati i primi inserimenti di minori, dopodichè, nei cinque anni successivi, l’intervento procedeva con un funzionamento costantemente a pieno regime, attraverso il fondamentale raccordo strutturato con il Tribunale per i Minorenni delle Marche, la Procura della Repubblica per i Minori, le Amministrazioni Locali della nostra Regione.
«Nel nostro delicato e difficilissimo lavoro, costantemente a contatto con situazioni di sofferenza estrema – afferma Maria Sellitti, responsabile della struttura – indispensabile sono stati la collaborazione ed il supporto delle istituzioni, e preziosissime le dimostrazioni di affetto nonchè di impegno fattivo delle persone del nostro territorio». Un territorio che alla Casa Famiglia Santa Gemma ugualmente ringrazia.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.227 volte, 1 oggi)