SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Un ambulatorio pediatrico e ginecologico da realizzare nella città di Mbour, in Senegal. L’iniziativa umanitaria viene promossa dall’associazione Akuna Matata, con il patrocinio del Comune di San Benedetto.

Il progetto è stato ideato gratuitamente dall’ingegner Adelio Micozzi e ora viene promossa una raccolta fondi che dovrebbe portare alla realizzazione dell’obiettivo in tempi ragionevolmente brevi.

Per promuovere questa iniziativa si è anche svolta una cena di beneficenza domenica 13 dicembre all’hotel Calabresi, cui hanno preso parte anche il vicesindaco di San Benedetto Antimo Di Francesco oltre ai responsabili dell’associazione e a moltissimi cittadini. Per la raccolta fondi sono state vendute alcune fotografie di Laura Venditti, che esporrà poi i propri lavori sul tema “Donne e maternità” dal 6 al 16 marzo alla Palazzina Azzurra.

«Iniziative come questa – ha dichiarato il vicesindaco Di Francesco – dimostrano l’estrema concretezza del volontariato e il significato di espressioni come allargare i propri orizzonti mentali. L’Amministrazione comunale sostiene questo progetto, che porterà immediati e diretti benefici alla popolazione senegalese».

Ha aggiunto Di Francesco: «Rivolgo quindi i miei complimenti alla presidente dell’associazione Akuna Matata, Roberta Isopi, alla vicepresidente Francesca Marconi Sciarroni, e naturalmente a tutti coloro che sostengono a vario titolo questa iniziativa, compresa Laura Venditti, che sa cogliere a sua volta aspetti importanti della vita delle donne, a partire dalla maternità».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.274 volte, 1 oggi)