SAN BENEDETTO DEL TRONTO – I campionati regionali di Pugilato confermano limpidamente il grande lavoro che l’Accademia Pugilistica sambenedettese sta compiendo per far tornare la città rivierasca protagonista in uno sport che ha una gloriosa storia e una lunga tradizione.

Nella due giorni di incontri, tenutisi il 21 e 22 marzo all’interno del Centro commerciale “Città delle Stelle”, organizzata dalla Ascoli Boxe del Presidente Antonio Bachetti, i giovani sambenedettesi Michele Urbano e Aimedo Gulamuso si sono rispettivamente aggiudicati il campionato e torneo regionale di categoria, portando nella città delle palme due titoli regionali.
Silvio Secchiaroli, anch’egli della scuderia rossoblu, ha vinto nettamente la semifinale che gli concederà la chance di diventare campione regionale nella finale in programma domenica 29 marzo a Fermo, contro l’ascolano Rossi Brunori.
Ed ancora, a Bartolomeo Tryzna è stato assegnato l’accesso di diritto alla finale, in attesa che il pesarese Gallo accetti di sfidarlo.
Grande ovviamente la soddisfazione del presidente Luigi Cava, del vice Fabio Forlì e del Maestro Kaflot Kabunda, che hanno commentato i due titoli regionali come un «incoraggiamento a continuare sulla strada intrapresa in attesa della stagione estiva, che prevederà l’organizzazione di riunioni di boxe per il titolo italiano».
«Siamo orgogliosi – hanno aggiunto – di operare nel Pugilato che sta facendo crescere lo sport nella nostra città con titoli come quelli conquistati dai nostri fantastici atleti».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 787 volte, 1 oggi)