SAMBENEDETTESE: Marconato,Tinazzi, Sirignano, Carozza, Moi, Caccavale, Visone, Palladini,Cammarata, Olivieri, Pietribiasi. A disp. : Dazzi,Bonfanti,Lanzoni,Magnani,Ferrini,Morini e Pippi. Allenatore . D’Adderio
ARBITRO : sig. Guida di Torre Annunziata (Na).

NOTE : Giornata fresca , T° 9 circa. Presenti circa 800 spettatori.Per la prima volta nella sua storia calcistica la Samb non è stata seguita da alcun tifoso a causa del noto divieto dell’ Osservatorio. Decisione esagerata in rapporto a quello che è successo nella trasferta di Cesena; inoltre S.Benedetto e Lumezzane sono due città civilissime e ne hanno dato prova tre anni orsono quando si affrontarono in un delicatissimo doppio confronto nei play-out : allora si presentarono nella cittadina bresciana ben 700 tifosi rossoblu’ e non successe assolutamente nulla malgrado la rabbia per la cocente sconfitta e un piede in C2. Ma questo gli “Osservatori” dell’ Osservatorio non lo sanno.

Novità nella Samb . per la prima volta D’Adderio schiera Moi al posto al Bonfanti mentre Pietribiasi viene schierato titolare come in occasione dell’ ultima trasferta di Cesena. Rientra Tinazzi che ha scontato la giornata di squalifica. Ferrini a sorpresa e l’ ex Morini in panchina All’ inizio viene osservato un minuto di raccoglimento in onore di Candido Cannavò, storico direttore della Gazzetta dello Sport.

8′ Lumezzane in vantaggio con Pintori che realizza un rigore concesso dall’ arbitro per fallo da tergo di Sirignano su Maniero al centro dell’ area. In tale occasione Sirignano viene anche ammonito.

19′ Cammarata colpisce di tacco su calcio d’angolo battuto da Carozza ma il tiro finisce di poco fuori.

24′ Ammonito Moi per un brutto intervento a piedi uniti su Scaglia sulla tre quarti.

36′ Su cross di Sirignano, Cammarata rimette al centro per Pietribiasi che tira debolmente fuori.

43’Pericolosa azione del Lumezzane che approfitta d una serie di rimpalli ma il cross di Ciasca dalla destra non trova alcun compagno pronto alla finalizzazione.

COMMENTO PRIMO TEMPO : Partita a ritmi blandi, condizionata dal vantaggio iniziale dei padroni di casa. La Samb dopo il rigore subito non ha saputo reagire in maniera decisa e si è affacciata timidamente solo un paio di volte in area avversaria; il Lumezzane, che pure non ha fatto molto, ha comunque dato l’ impressione di controllare agevolmente la partita. Corsi e ricorsi storici : tre anni orsono su questo campo Concetti respinse il rigore di Biancospino, stavolta nulla ha potuto sul tiro angolato alla sua destra di Pintori, che nello scorso camiponato beffò Visi in Lanciano-Samb.

46′ Pareggio della Samb con Pietribiasi che riprende un pallone colpito di testa da Caccavale su punizone di Carozza e miracolosamente respinto da Gazzoli.

47′ La Samb ribalta il risultato con un gran tiro di Visone da quaranta metri che Gazzoli non vede per niente probabilmente abbagliato dal sole.

Clamoroso 1-2 della Samb che sferra un clamoroso K.O alla Tyson in due minuti. Il Lumezzane appare annichilito e non riesce a reagire. Incredibile il portiere Gazzoli che prima compie un garnde intervento sul colpo di testa di Caccavale e 30′ dopo si fa uccellare da Visone.La Samb, invece caricata, gioca finalmente con grinta. Il pubblico locale comincia a spazientirsi.

59′ Pesenti sostituisce Silvestri.

61′ Pericoloso colpo di testa di Pisacane che finisce di poco fuori.

64′ D’Adderio rafforza il centrocampo sostituendo il trequartiasta Olivieri con Ferrini.

67′ Pietribiasi viene sostituito dall’ ex-Morini.

70′ Pareggio del Lumezzane con Maniero che riprende un tiro finito sul palo di Scaglia sfuggito a Moi. La difesaa della Samb si fa trovare sbilanciata in avanti

72′ Cross di Morini dalla sinistra sul quale Ferrini colpisce di testa di poco fuori.

Doppa sostituzione per il Lumezzane . al 75′ Poletto al posto di Pintori, all’ 80′ Dal Bosco prende il postio di Maniero.

84′ Marconato toglie il pallone dai piedi di Dal bosco involatosi da solo davanti a lui

85′ Ancora Marconato sventa in due tempi un’ incursione di Pesenti.

COMMENTO FINALE: La Samb pareggia una partita strana, giocata alla camomilla nel primo tempo mentre nella ripresa i ritmi si sono alzati dopo la fiammata iniziale dei rossoblu’ noche era riusciti clamorosamente a ribaltare il risultato. Il pareggio serve a ben poco anche se dal punto di vista psicologico può essere importante in vista della prossima partita interna contro il Portogruaro. La Samb infatti non conquistava un punto lontano dal Riviera dalla partita di Lecco.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.492 volte, 1 oggi)