ASCOLI PICENO – Riguardo l’annunciato aumento della Tassa sui Rifiuti Solidi Urbani, pubblichiamo di seguito una precisazione della Provincia di Ascoli Piceno.
“Con riferimento agli annunciati aumenti della Tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani in alcuni Comuni del territorio provinciale, la Provincia tiene a precisare che gli aumenti dei costi di conferimento di rifiuti a carico delle Amministrazioni, alla base degli incrementi della tassa per i cittadini, sono dovuti a due fattori, entrambi estranei alle competenze della Provincia.

Il primo è che “Ascoli Servizi Comunali”, società che gestisce la discarica di Relluce, è nella necessità di ampliare e adeguare l’impianto per renderlo conforme alle normative europee. Ciò richiede investimenti consistenti (uno per tutti, la stipula di una polizza che assicuri la discarica per i 30 anni successivi al suo esaurimento) che la legge impone siano ripartiti sulle tariffe praticate agli utilizzatori dell’impianto, quindi dei Comuni.
Il secondo motivo è che la Regione, nel quadro di una politica volta a scoraggiare il conferimento di rifiuti “tal quale” in discarica e a sostenere la raccolta differenziata, ha disposto per il 2009 un aumento della “ecotassa”, anch’essa a carico dei Comuni, da 15 a 20 euro alla tonnellata.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 707 volte, 1 oggi)