GROTTAMMARE – Si è concluso con un fragoroso applauso lo spettacolo teatrale “Dido e il segreto di Anna“, andato in scena lo scorso 30 aprile al Teatro delle Energie. L’evento di apertura del 5° festival “Donne d’Oriente” è stato patrocinato dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Grottammare, che con grande sensibilità ha saputo raccogliere la proposta dell’associazione culturale “Maeva” di San Benedetto, riconoscendone l’alto valore interculturale, politico e sociale.

La scrittrice e coreografa professoressa Paola Sguerrini, in arte Najma Asani, si è ispirata alle fonti di Ovidio e Metastasio, “Didone abbandonata”, oltre al IV libro dell’Eneide di Virgilio, nel creare il soggetto dello spettacolo e le coreografie originali. La regia e il lavoro di messinscena è stato a cura della bravissima regista milanese Mirella Treves.

È stata l’occasione per gli spettatori del territorio di assistere alle performaces di artisti locali e internazionali, che si sono esibiti nella danza orientale indiana “Barathanatyam” e quella libanese “debka”, e in quelle forme di espressione tradizionali dei popoli che si affacciano nel bacino del Mediterraneo, accomunate da un medesimo senso ritmico ed estetico, in un connubio di diverse discipline artistiche.

Ad impersonare Didone è stata la bravissima interprete e danzatrice Tiziana Ferretti mentre Anna “Perenna” sorella di Dido è stata la stessa Sguerrini. La straordinarietà dell’evento ha visto inoltre interpreti di fama internazionale in tournée nelle più importanti capitali europee, come il maestro egiziano Wael Mansour, nel ruolo di Enea, e la celebre danzatrice indiana Saraswathi Rajinesh. Ad interpretare “Il Fato” con il Sitar e Oud è stato Gionni Di Clemente, polistrumentista virtuoso ed eclettico. Altri protagonisti sono stati il libanese Chafih kanaan, che ha interpretato Giove, mentre Valerio Giordano è stato Giarba. Frank Costa ha ricoperto il ruolo di Marte. Alle migliori allieve del “Centro Asani” di Porto D’Ascoli, infine, il compito di recitare e danzare con splendida maestria durante tutto lo spettacolo.

Gli appuntamenti sono terminati il 2 maggio presso il Centro Asani di Porto D’Ascoli con la danza e la cultura orientali, dove si è tenuto un seminario di danza classica indiana in stile Barathanatyam e Bollywood .

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.424 volte, 1 oggi)