SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Marco Tosi si gioca la panchina, il Potenza una grossa fetta di salvezza.
La sfida dello stadio “Viviani” contro la Samb vale quanto una finale per la compagine lucana. Il presidente Postiglione, subito dopo la sconfitta di Arezzo, ha spedito la squadra in ritiro, imponendole il silenzio stampa.
L’attesa insomma, è spasmodica. Sulla graticola c’è soprattutto il tecnico: Tosi, subentrato ad Arleo a inizio novembre, sta “viaggiando” a una media inferiore a un punto a partita. Per inciso: nelle cinque partite della sua gestione i rossoblu hanno racimolato un pareggio e una vittoria.
L’UNDICI ANTI-SAMB. Tre le assenze cui dovrà fare fronte mister Tosi, vale a dire gli squalificati Memé e Cuomo e l’infortunato Malafronte. C’è poi il febbricitante Di Bella, il quale ad ogni modo dovrebbe stringere i denti e scendere in campo regolarmente.
Mister Tosi confermerà il 4-4-1-1, con Iuliano a difesa della porta rossoblu, il pacchetto arretrato comprensivo di Lolaico e Tassone sugli esterni e il duo Di Bella-Urbano al centro. In mediana agiranno, da destra verso sinistra, Ametrano, Dettori, Cammarota e Delgado. Berretti in appoggio all’unica punta Kontè.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 680 volte, 1 oggi)