SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si fa sempre più ingarbugliata la situazione del Comitato di Quartiere Albula Centro. Dopo le aspre polemiche che l’avevano preceduto, l’atteso voto dello scorso fine settimana per il rinnovo delle cariche direttive ha prodotto un nulla di fatto. Infatti non è stato raggiunto il quorum necessario per la validità della consultazione, ossia 450 voti, pari al 10% dei residenti del quartiere. I votanti sono stati solo 400, quindi ora il contestato Comitato promotore, guidato da Cornelio Pierazzoli, dovrà riunirsi e fissare una nuova data per le votazioni.

Proprio in riferimento all’attività del neonato organismo, sorto con l’obiettivo di promuovere il rinnovo del Comitato di Quartiere, il presidente uscente Luigi De Scrilli risponde seccamente al recente intervento del portavoce Pierazzoli.

Quanto riferito dal Sig. Cornelio Pierazzoli, proclamatosi portavoce di un fantomatico comitato promotore mi lascia sgomento e preoccupato per la facilità con la quale nella nostra città si possono realizzare comportamenti illegali, la cui gravità è maggiore se si pensa che ciò avviene nell’indifferenza dell’Amministrazione Gaspari, la quale, a parole, ha sempre dichiarato di voler far rispettare i diritti dei cittadini.

La questione non è giudicare la mia Presidenza, ma tutelare il rispetto delle regole ed è ciò che farò sia chiedendo l’intervento del difensore civico sia portando la questione nella sede giudiziaria opportuna.

Il Sig. Pierazzoli e quanti fanno parte del fantomatico comitato promotore dimenticano, per loro convenienza, che i Comitati di Quartiere sono disciplinati da un impianto normativo rappresentato da:

1) lo statuto dei Comitati di Quartiere, approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 88 del 06.08.1998;

2) il regolamento dei Comitati di Quartiere approvato con deliberazione, sempre del Consiglio Comunale, n. 18 del 28.02.2000;

3) il Codice Civile.

In virtù di tali norme, solo il Presidente, vale a dire il sottoscritto può convocare regolarmente l’assemblea dei residenti al fine di consentire il rinnovo delle cariche, e ciò avviene anche quando le funzioni del direttivo siano sospese a seguito di contemporanee dimissioni di almeno due terzi dei consiglieri. Non vi è nessun buco normativo e pertanto le elezioni di sabato e domenica scorsa sono illegittime!

Ma dette elezioni sono comunque illegittime anche a voler ritenere la sussistenza di un buco normativo. Infatti non può certo sfuggire, che le necessarie modifiche allo statuto e al regolamento dei Comitati di Quartiere sono di esclusiva competenza del Consiglio Comunale e nessuno può arrogarsi il diritto di introdurle arbitrariamente di propria iniziativa.

Gravissima, pertanto, è l’affermazione del Sig. Pierazzoli, il quale dichiara che è stato proprio l’Assessore Sorge a suggerire, verbalmente, la costituzione di un comitato promotore, in spregio della normativa sopra indicata e delle competenze del Consiglio Comunale.

Su tale inquietante circostanza non avendo letto alcuna smentita da parte dell’assessore Sorge, ne discende la conferma della notizia stessa e pertanto ufficialmente chiedo che l’assessore Sorge voglia dimettersi immediatamente dal suo incarico; qualora ciò non avvenisse chiedo che il Signor Sindaco voglia revocare la nomina di tale assessore.

Da ultimo chiarisco che: a) ho atteso nel convocare l’assemblea dei residenti in quanto non volevo far sostenere al Comune duplicazioni di spese, in considerazione del fatto che era intendimento dell’amministrazione Gaspari indire comunque elezioni in tutti i Comitati di quartiere, una volta approvato il nuovo regolamento dei comitati stessi; b) se ho deciso di convocare l’assemblea dei residenti presso l’Hotel Parco dei Principi di Grottammare è perché tale struttura ha una sala idonea a contenere centinaia di persone…al fantomatico comitato promotore è invece stato sufficiente una stanzetta in quanto già sapeva che l’assemblea dei residenti sarebbe stata di ben…8 persone! Non ci sono parole.

Il Presidente Avv. Luigi de Scrilli

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 541 volte, 1 oggi)