GROTTAMMARE: Di Clemente, Cocciardo, Costanzo, Del Moro, Pulcini, Vergari, Puglia, Marcucci, Ludovisi, Di Matteo, Gasparoni. Nel secondo tempo entrano Travaglini per Costanzo, Oddi per Gasparoni e negli ultimi minuti Adamoli per Puglia.
All Amaolo

Al 25’ durante un intenso momento di pressing dei biancocelesti Di Matteo verticalizza per Ludovisi, che viene atterrato guadagnando un rigore battuto da lui stesso in modo impeccabile: portiere da una parte e palla dall’altra. Al 73’ arriva il raddoppio: palla riconquistata a metà campo e intesa tra Pulcini, Marcucci e Ludovisi che allarga verso Di Matteo, questi salta due uomini e sull’uscita del portiere si inventa un imparabile diagonale di sinistro. All’85’ Taglia accorcia le distanze con un tiro dal limite dell’area che prende il palo interno e va in rete. Negli ultimi minuti di gara i ragazzi di Amaolo soffrono l’avanzata in massa degli avversari. Ludovisi ha comunque l’opportunità di fare il secondo goal ma stavolta il portiere non si fa sorprendere.

PINO ANIELLO (Ds del Grottammare)
Volevamo vincere e abbiamo vinto contro una squadra molto giovane ma ben organizzata. Gli avversari sul piano fisico ce l’hanno messa tutta, ma il risultato non dà adito a discussioni. Contiamo molto su Di Matteo, preso giovedì e già in goal alla sua partita d’esordio. Abbiamo fatto un ulteriore passo avanti superando l’Urbino ma non bisogna cullarsi sugli allori. Domenica prossima a Cagli sarà una partita durissima, loro hanno perso col Montecchio e vorranno sicuramente rifarsi. Da adesso in poi ci aspettano solo battaglie, dobbiamo fare punti dappertutto se vogliamo salvarci.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 148 volte, 1 oggi)