SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Quello di mercoledì scorso è stato l’ultimo consiglio comunale assistito dalla segretaria generale dott.ssa Serafina Camastra. Dal giorno successivo, infatti, la dott.ssa Camastra ha preso servizio presso la Provincia di Ascoli Piceno, in qualità di direttore generale dell’ente. A lei sono andati i saluti del sindaco, del presidente del consiglio comunale e dell’intero emiciclo, insieme all’augurio per il nuovo incarico e ai ringraziamneti per il lavoro compiuto con competenza, professionalità e umanità. Con estrema discrezione e attaccamento al dovere, così come ha sempre svolto il suo incarico, la dottoressa Camastra è rimasta fino all’ultimo al suo posto. Lascia il comune di Grottammare dopo 6 anni, per un importante incarico che indubbiamente è l’inevitabile riconoscimento delle sue qualità. “Ci dispiace, ma allo stesso tempo ci fa molto piacere perché al di là delle straordinarie capacità tecniche della dottoressa Camastra quello che emerge in questo momento è il rapporto umano che abbiamo instaurato e che lei è stata capace di instaurare con tutti?, ha dichiarato il sindaco durante l’annuncio, “L’apporto che lei ha dato alla città di Grottammare, attraverso anni di straordinaria intensità lavorativa, lascerà sicuramente il segno. Devo dire, in tutta onestà, che non ho provato minimamente a trattenerla perché quando una persona come Serafina Camastra prende una decisione è una decisione ben ponderata. Per fortuna, i bravi ancora emergono ed è quindi giusto che vadano avanti e che le persone che stanno loro intorno siano loro da sostengo. Questa è un’opportunità che non capita tutti i giorni e quindi quando capita è giusto coglierla al volo. Non possiamo quindi che augurare alla dottoressa Camastra i successi che ha ottenuto a Grottammare?.
In merito all’ordine del giorno, i punti sono stati tutti approvati e si è anche provveduto ad eleggere i due componenti del nuovo consiglio di amministrazione della Istituzione Povera Costante Maria che sono: Pietro Simonelli (riconfermato) e Alessandro Rocchi. Il voto è avvenuto alla presenza nell’emiciclo della sola maggioranza, in quanto la minoranza ha deciso di non partecipare. Sempre quest’ultima, ha invece espresso parere contrario allo Sportello unico per le attività produttive che assentiva i lavori di ampliamento del complesso alberghiero “Hotel Parco dei Principi?, passato con il consenso della maggioranza. Stessa sorte per la mozione proposta dalla Legautonomie Marche in merito alla Finanziaria 2006. Consenso (maggioranza) e astensione (minoranza), invece, sul punto relativo al riequilibrio e assestamento generale del bilancio di previsione 2005.
L’intesa unanime è stata registrata solo dal voto sul quarto punto, quello relativo alla delibera di indirizzo per favorire la possibilità delle aziende agricole di svolgere attività complementari finalizzate alla manutenzione del territorio. Si tratta di una proposta avanzata dalla CIA (Confederazione nazionale agricoltori) volta ad integrare i redditi agricoli invitando le imprese a svolgere attività complementari di gestione e manutenzione dei territori.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 412 volte, 1 oggi)