SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Abbiamo raggiunto Davide Favaro al termine dell’allenamento: “Sono contento per il gol che ho realizzato, soprattutto perché è valso il pareggio. Tiro spesso dalla distanza, se capita ci provo, a volte come contro la Vis o anche subito dopo entrato a Cittadella, è andata male, mentre su quella punizione sono riuscito a segnare. Colonnello mi ha caricato prima del tiro? Sì, lo ha fatto in modo simpatico (“Se non segni ti ammazzo?, ndr).
Favaro dopo aver giocato a Montebelluna, è andato nelle giovanili del Milan dove, oltre che mister Ballardini, ha avuto modo di conoscere anche personaggi del calibro di Baresi e Tassotti. “Con loro mi sono formato, oltre che da un punto di vista tecnico-tattico, anche da un punto di vista personale, e questa è la cosa che mi porto dentro con maggiore soddisfazione. Ho giocato assieme a giocatori come Donadel.?
Favaro prevede che con il Benevento sarà una “partita dura, che dovremo affrontare con la mentalità giusta. Non credo che posso esigere un posto da titolare, anche se non sono rassegnato alla panchina: fino ad ora ho calciato soltanto una punizine, mentre giocatori come Jonathan Vidallè e Marco Martini stanno giocando benissimo.?
Favaro è il classico giocatore estroso, al quale molti allenatori non riescono ad assegnare ad un ruolo ben definito: “Fino ad oggi ho giocato in tutti i ruoli di attacco, tranne che centravanti. Seconda punta, trequartista o esterno d’attacco, le ho provate tutte!?

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 414 volte, 1 oggi)