4

Beppe Severgnini e la retorica dei treni popolari

Non è che essere brillanti, simpatici e tifosi dell'Inter consenta di scrivere qualsiasi nefandezza sul principale giornale italiano. Sembra che quella cosa brutta chiamata democrazia crei troppa prurigine agli ovattati dell'alta borghesia nostrana. Che invece smania per l'algida tecnocrazia, al riparo dalla pressione della "plebe"

0

L’Austerità è finita, viva l’Austerità. Ah, ah, ah

Nessuna marcia indietro: Renzi e Padoan prevedono una pressione fiscale mai sotto il 43%, 25 miliardi di tasse in più rispetto alla spesa pubblica, disoccupazione mai sotto il 12%. Intanto la sospirata "svolta" francese non trova neanche un riquadro sui giornali d'Oltralpe mentre per il Tg1 è la notizia di apertura. Mettiamo agli atti

0

Cottarelli uomo del ‘900, antico e pericoloso. A lui le chiavi per la Distruzione Italiana

E' un telegrafo al tempo del wifi, un acquerello naturalistico prima di Monet e Degas, una partita di calcio fiorentino giocata in contemporanea con la finale dei mondiali Germania-Argentina: non se lo dovrebbe filare nessuno. Su Repubblica.it si leggono cose che un fan dei Nirvana valuterebbe, in campo di musica pop, antiche come un ritornello di Natalino Otto

1

Se Renzi avesse la Lira

Governerebbe fino ad 80 anni, l'Italia tornerebbe un paese invidiato in tutto il mondo, la disoccupazione sarebbe un problema occasionale e molto temporaneo, le imprese italiane tornerebbero a produrre in Italia grazie ad una imposizione fiscale via via più bassa

7

Draghi ma che dici? Schizofrenia Bce, allarme

Se qualcuno dicesse che devi pedalare più forte e ad ogni metro sgonfiare un po' le ruote per arrivare al "pareggio di bilancio" (solo cerchioni) lo prendereste per pazzo. Draghi dice le stesse cose, ma sull'economia, ovvero sulla nostra vita, ma ovunque trova il tappeto rosso. Eppure è deduttivo...

0

Repubblicana, costituzionale, democratica

La questione economica rispetto all'euro è ampiamente dibattuta e oramai vale la pena solo ribadire i dati reali che arrivano da tutto il mondo. Il problema è di portata più ampia e si dovrà dunque lasciare i mistificatori in stile "L'Espresso" alla loro litania terrorizzante. Occorre essere pronti a far vincere i valori della Repubblica e non quelli ulteriormente repressivi nel momento in cui il sistema collasserà

0

Da pescatori a guardiani del mare

Presentato il progetto Ecosee/a scaturito dal programma europeo "guardian of the sea", prevede la conversione di un peschereccio in una stazione mobile di monitoraggio del mare, con risvolti anche turistici