Tag mmt

1

Altro che Minibot, in Italia c’è la Moneta Fiscale. Per ora è una miccia: ma servirà. Ecco come

Gli ecobonus, trasferibili alle banche o alle imprese edilizie. Ma soprattutto i bonus vacanza. Sono esempi di Moneta Fiscale con la quale l'Italia dà un segnale (al momento sottostimato) di indipendenza da Bce e finanza. L'uso va esteso e velocemente. All'origine di queste azioni il sottosegretario a Palazzo Chigi Fraccaro: "istruito" e non poco con la Mmt

11

Coronavirus e Guerre Senza Fine: la moneta moderna antidoto alla Crisi Perenne

L'emergenza Covid-19 è solo un ulteriore passaggio/aggravamento di quello che avviene nelle nostre società: uno stato di allerta permanente, di "guerra che non scoppia, ma striscia" e che di volta in volta assume nuovi volti. La risposta non può basarsi sul paganesimo economico di stampo ottocentesco/positivista: a metamorfosi sociali liquide occorre rispondere con strumenti adeguati e simili

0

Nino Galloni a San Benedetto: alle radici “dell’Economia Imperfetta”, incontro all’Auditorium

L'economista di impostazione keynesiana sarà il relatore di un incontro organizzato dal Circolo Culturale Riviera delle Palme, sabato 18 alle ore 17 all'Auditorium Comunale. Una importante occasione per approfondire i temi della crisi economica e conoscere alcuni retroscena dei fatti che, tra gli anni '80 e '90, impressero la svolta neoliberista all'Italia e l'ingresso nella moneta unica

0

Latouche si scopre (post)keynesiano: “Investimenti per dare lavoro a tutti” VIDEO

L'economista francese a L'Aquila affronta "l'utopia concreta della decrescita". Ma il suo impianto d'azione concreta ricalca il post-keynesismo: "Dobbiamo usare Keynes, il più grande economista del '900, per uscire dall'incubo dell'austerità, dare lavoro a tutti e poi vivere bene". Critichiamo però la "sottrazione" dalle responsabilità e fughe intellettuali a rischio astrazione e demagogia: "Né Stato nè mercato, vogliamo la società civile"

3

Il Potere ti schiaccia come una pulce, piccolo risparmiatore marchigiano

Poniamo doveste combattere una guerra. Di quelle vere, come abbiamo conosciuto nella storia. Un esercito da una parte della trincea, un esercito di fronte. Fucili, cannoni, aereoplani, mine, filo spinato. Ad un certo punto uno dei due eserciti viene privato di tutte le armi. Può combattere soltanto dei corpo a corpo con i coltelli e arnesi da cucina. L'altro esercito invece progredisce negli armamenti tecnologici. Il generale dell'esercito disarmato vi farà un po' pena. Sposta le truppe, studia le mappe, la configurazione del terreno, i punti deboli dell'avversario, i tempi dei rifornimenti di cibo e acqua. Ma non potrà vincere mai quella guerra.

0

La Terra non è piatta

Lunedì 16 febbraio primo appuntamento con il ciclo di conferenze "Capire l'economia con la Mmt" organizzato dall'associazione culturale "Le Idee". Mentre in Grecia, Spagna e Stati Uniti...