14

Cosa manca all’Italia

Il titolo l'ho preso in prestito da un articolo di Luigi Gonzales, pubblicato sull'ultimo numero de L'Espresso, nel quale si indica in internet, primarie e giustizia più severa, gli ingredienti giusti per un nuovo "risorgimento"

1

MartinsicuroWeb: sito che va, sito che viene

Dalle elezioni amministrative del 2007 i cittadini hanno iniziato a discutere dei problemi della città anche attraverso internet: blog privati, siti ufficiali, video su Youtube. Il mancato rinnovo del dominio ha portato in questi giorni alla chiusura del sito del gruppo di opposizione “Il tuo domani”, mentre è nato un nuovo blog inerente le questioni truentine

0

Oltre 500 mila visite per il sito ufficiale di Offida

Il punto informativo istituzionale del Comune, www.comune.offida.ap.it, dopo la ristrutturazione ha registrato un notevole aumento del numero degli accessi. I cittadini possono consultare e scaricare direttamente gli atti amministrativi, i bandi e i documenti.

0

Il blog anonimo che divide Martinsicuro

C’è chi sostiene che abbia avuto il merito di risvegliare in molti il senso civico e l’interesse per la vita amministrativa della città, e chi invece lo considera poco affidabile e di parte: un semplice mezzo per lanciare accuse gratuite nascondendosi dietro l’anonimato. Ma l’attenzione per il sito web martinsicurocity, tra estimatori e non, continua a rimanere alta in città

0

Il gioco nel gioco: ecco l’Ascoli Calcio SL

Guardare giocare la squadra bianconera o gli allenamenti senza muoversi da casa, scambiare tranquillamente due chiacchiere con il manager o l’allenatore, o i giocatori, direttamente dal proprio computer. Ora è possibile, basta collegarsi su Second Life

11

Eroina, delinquenza, affitti selvaggi: l’appello di un Carabiniere

Un militare dell'Arma di Martinsicuro dalle pagine di un blog locale invita i cittadini a collaborare per sventare i numerosi reati legati a spaccio di droga e prostituzione che si susseguono sul territorio. E racconta le difficoltà oggettive a cui ogni giorno deve far fronte chi è impegnato in prima linea nella lotta contro il crimine, «senza guardare l'orologio e rischiado ogni giorno»