Tag euro

10

Conte non sa fare da solo. Se perdi 40 miliardi al mese porti a casa il pane, non le chiacchiere

Piace perché a reti unificate alza i toni per placare i malumori dei 5S e per gettarla in caciara con chi in quel campo ci sguazzerà a proprio agio. Ma la situazione è tragica e il contentino di comunicazione che gli verrà dato il 23 aprile in Europa per evitare che debba dimettersi servirà a lui ma non agli italiani. Senza idee innovative è finita

5

Pastrello: “Opzione Draghi rinazionalizza la politica monetaria, o sarà miseria. Per M5S ultima chance, ma c’è chi vuole il Mes”

L'economista, tra i firmatari del manifesto per gli eurobond ("Ma non ci credo") segnala invece l'importanza della posizione dell'ex presidente della Bce: "Infantilismo della sinistra non fa cogliere la portata delle sue parole: va contro la religione del debito prussiana". Tra coronavirus, crisi ed euro, uno sguardo lucido sull'attualità

0

Comitato Ventotene: “Noi, colpiti dalla crisi. Soluzione: più Europa e giù le pensioni. Servono sacrifici”

Hanno fatto parlare di loro durante la manifestazione del 25 marzo a Roma: "Usiamo i meme per comunicare, perché a livello culturale prima che politico #iVecchidiMerda fanno passare una cattiva idea di Europa". Favorevoli al Fiscal Compact, alla riforma Fornero, all'indipendenza della Bce, propongono di ridurre di 30 euro la pensione per chi prende 1000 euro al mese: "Giustizia intergenerazionale"

0

Mario Draghi dal bazooka alle bazzecole

Agire concretamente per ridurre l'inflazione e dichiarare costantemente di volerla aumentare con mezzi inadatti sembra davvero una comica. Che finirà in tragedia, perché questa Europa rischia di essere salvata o dalla guerra o dall'esplosione di egoismi incontrollabili e non, purtroppo, da chi le si contrappone con la logica e con la forza della Costituzione Italiana

10

Il governo italiano vi vuole bene, amatelo anche voi

Alesina e Giavazzi trasformati in keynesiani: "La manovra Renzi-Padoan è restrittiva perché riduce il deficit". Ma non abbiate paura, stanno dicendo: vi dovevamo aumentare tasse per 16,8 miliardi. Siccome non l'abbiamo fatto, l'economia ripartirà. Semmai qualcuno vi darà un cazzotto rompendovi i denti e mandandovi all'ospedale, appena usciti correte a baciarlo, e non per precetto evangelico. Poteva uccidervi, e non lo ha fatto. Amatelo, di questi tempi.

16

E se la Grecia tornasse a illuminare l’Europa?

Un vento nuovo soffia sull’Europa, ed è forse un vento di burrasca. La Grecia, con i suoi problemi e le sue difficoltà, potrebbe diventare un laboratorio strategico, soprattutto se all’orizzonte appare la possibilità concreta di ripensare l’uomo e la società secondo dinamiche relazionali orizzontali, libertarie e non dispotiche

12

E adesso tutti ad Atene

Lo sforzo è grande e per nulla eroico all'apparenza; ma se l'esercito di occupazione non usa fucili e cannoni ma oscurantismo e comunicazione, le nostre montagne sono lo studio e l'accensione di luci laddove vi è l'oscurità; la preparazione e la cultura umanistica in senso pieno. Per questo occorre andare metaforicamente a combattere in Grecia. Perché se la Grecia sbaglia o se la Grecia sarà attaccata, bisognerà difenderla ora dopo ora, giorno dopo giorno, mese dopo mese. Tutti in Grecia.

0

Landini, la sinistra non basta. Si vince con un magnifico “arrocco”

Non sono soltanto i lavoratori dipendenti sotto attacco. Non è solo il proletariato classico, i subordinati. Qui l'attacco è al sistema Italia, come si era affermato dal 1946 al 1992 (o 1978). Qui, dopo aver fortificato il recinto, occorre cogliere lo sguardo dei piccoli imprenditori, delle partite Iva, dei precari e di chi ha l'ambizione di avviare (o difendere) un'impresa propria e non riesce prima di tutto per la tirannia che ha parvenza pubblica ma che ha l'animo chiamato eurocrazia e mercati finanziari