Titoli di coda

2

Dentro il Recovery Fund. Quello che Draghi e i giornali non dicono. Le condizioni

Accedendo al RF l'Italia ha accettato di applicare automaticamente le raccomandazioni annuali della Commissione Europea. Attualmente sospeso il Patto di Stabilità, nel 2019 si chiedeva di ridurre la spesa pubblica, alzare l'età pensionabile, applicare tassazioni straordinarie, aumentare Imu, ridurre agevolazioni fiscali, aumentare la concorrenza specialmente nel commercio al dettaglio. Il pacco è questo, e con il ripristino del Patto di Stabilità l'Italia sarà fratturata in quattro parti

6

Capire Mario Draghi. Non è Monti. Sarà ancora “pilota automatico”: Conte lo usava ma non capiva

Ha alle spalle tre decenni di lacrime e sangue: dalla liquidazione dell'industria di Stato negli Anni '90 alla lettera del 2011 che ha imposto l'austerità e guidato, con la complicità di Napolitano e Mattarella, i governi Monti, Letta, Renzi e Conte. La macchia della Grecia. Ma anche l'opposizione all'ottusità ordoliberista tedesca, sia alla Bce che all'inizio della pandemia. Dovrà però applicare il Recovery Fund: les jeux sont faites?

1

“Il Mito del Deficit” di Stephanie Kelton: Mmt per il “Mondo Nuovo”. A partire dallo sbarco sulla Luna

Nel saggio dell'economista di punta della Modern Money Theory, già capo economista per i Democratici al Congresso Usa, vengono smontati uno per uno i falsi miti dell'economia neoliberista e ricostruito il funzionamento dei sistemi monetari e finanziari. Dimostrando, dati empirici alla mano, come sia a portata di mano un altro mondo possibile

0

Per quale motivo il Pd deve caricarsi Conte sulle spalle e poi farsi pugnalare alla schiena?

Portare l'Avvocato del Popolo al 2023 come Presidente del Consiglio vorrebbe dire candidarlo ancora, scendere sotto al 15% e magari vederlo andare con laqualunque pur di continuare a governare. L'unica strategia comprensibile per Zingaretti in questa fase è l'immobilismo che elide gli avversari: Renzi si è quasi autoeliminato, Conte pure, il M5S ci manca poco

13

Il discorso integrale “del glucosio” di Andrea Cioffi: “Presidente Conte, vada avanti in nome dell’amore tra ossigeno e carbonio”

"Il sole, motore della vita, quando il verde della primavera esplode e ricopre la terra di fremito, di potere, di energia vitale. Quando una foglia ti appare controluce e ne vedi la struttura, le diramazioni interne, e tu sai che quei cunicoli collegano l'aria alla terra, foglie che fanno sì che l'aria si sia arricchita di quello che all'inizio della storia era un veleno: l'ossigeno"

22

Dopo Conte il Diluvio? Ma mi faccia il piacere: è rimasto solo Conte a volere lui stesso

Nella politica, come nella vita, essere consapevole dei propri limiti in termini di rapporti di forza è fondamentale, ed è fondamentale capire il valore della riconoscenza (altrimenti si è dei Matteo Renzi qualsiasi). Ecco perché oltre Iv anche Pd e M5S farebbero a meno di un uomo che vuole essere portato in carrozza nel 2023 per cannibalizzare chi lo sostiene: sarebbe masochismo

2

Le bugie hanno le gambe Renzi. Ma non solo

Ormai la propaganda e la comunicazione sono non soltanto la forma ma anche il contenuto della politica. Così il "rottamatore" non si estirpa dopo 10 anni di ammorbamento perché le alternative sono simili, o peggiori. Soltanto un prolungato, sfiancante, sforzo di verità di tutti i partecipanti alla discussione pubblica, potrebbe diffondere nella discussione italiana quegli anticorpi di verità che impedirebbero la formazione di simili escrescenze

0

Altro che Minibot, in Italia c’è la Moneta Fiscale. Per ora è una miccia: ma servirà. Ecco come

Gli ecobonus, trasferibili alle banche o alle imprese edilizie. Ma soprattutto i bonus vacanza. Sono esempi di Moneta Fiscale con la quale l'Italia dà un segnale (al momento sottostimato) di indipendenza da Bce e finanza. L'uso va esteso e velocemente. All'origine di queste azioni il sottosegretario a Palazzo Chigi Fraccaro: "istruito" e non poco con la Mmt

25

Mes e Gualtieri. DOCUMENTI Europarlamento 2011. I “rigorosi criteri di condizionalità” escono dalla sua penna

L'attuale Ministro dell'Economia, in qualità di co-relatore della Commissione Affari Costituzionali del Parlamento Europeo, seguì l'iter della proposta legislativa del Consiglio Europeo fino all'approvazione in Parlamento. Firmò anche 36 emendamenti e altri due dopo le risposte di Von Rompuy e Juncker: "Analisi rigorosa della sostenibilità del debito pubblico svolta dalla Commissione e dal FMI, di concerto con la BCE"

5

Pastrello: “Opzione Draghi rinazionalizza la politica monetaria, o sarà miseria. Per M5S ultima chance, ma c’è chi vuole il Mes”

L'economista, tra i firmatari del manifesto per gli eurobond ("Ma non ci credo") segnala invece l'importanza della posizione dell'ex presidente della Bce: "Infantilismo della sinistra non fa cogliere la portata delle sue parole: va contro la religione del debito prussiana". Tra coronavirus, crisi ed euro, uno sguardo lucido sull'attualità