Articoli di Redazione

0

La Corte dei Conti assolve Gaspari, Camastra, Pierbattista e Talamonti

L'accusa di danno erariale era di euro 328.625,77. Nella sentenza comunicata oggi e discussa lo scorso 27 settembre si è respinto l'appello principale del Procuratore Generale, si è dichiarato inammissibile per carenza di interesse l'appello incidentale dell'ex sindaco Gaspari e si sono liquidate le spese di giudizio unicamente nei confronti di Camastra, Pierbattista e Talamonti nella misura di 1500 euro ciascuno.