Articoli di Tonino Capriotti

5

Se l’Italia torna a fare l’Italia

Dobbiamo ricordare che occupiamo uno dei territori più belli del mondo. Perché oggi non emerge più tutto questo splendore ma si evidenziano tante negatività? Perché tanti giovani cercano opportunità altrove e siamo diventati la terra dei rimpianti? Cosa è successo?

6

La “Scuola” e la “Buona Scuola”: scopri le differenze

Di chi è la colpa dello stato dell'istruzione italiana? I nostri dirigenti sono tutti bravi, come pure tutti i nostri insegnanti, per non parlare del Mise. Nessuno è responsabile? Ed il bello è che non si deve far nulla, anzi, guai a cambiare le cose: si scatena il finimondo

4

Perché i Costituenti scelsero le Regioni

In questo scenario si inseriscono le riforme attuali, prima fra tutte quella che riguarda il nuovo Senato, che vede le Regioni e le istituzioni territoriali protagoniste. Novantacinque saranno i senatori scelti dai consigli regionali, città metropolitane e province autonome di Trento e Bolzano. Il nuovo Senato avrà compiti importanti: valuterà l’attività della Pubblica Amministrazione, l’attuazione delle leggi e le politiche pubbliche, esprimerà pareri sulle nomine, sui diritti della famiglia e la tutela della salute pubblica

5

Le Province hanno ancora senso?

In Italia si è assistito per troppo tempo alla duplicazione o triplicazione delle stesse funzioni. La riforma Renzi-Del Rio verrà attuata definitivamente con la modifica del Titolo V della Costituzione con la cancellazione dell'ente intermedio, che al momento è stato di fatto svuotato

14

Sudditi o cittadini?

I profondi cambiamenti cui stiamo assistendo, denotano una vitalità della cittadinanza che si esprime attraverso il controllo e la denuncia

3

Un messaggio di antica sapienza nell’esperienza politica di Renzi

Cosa si deve fare quando si subisce una sconfitta o si perde una battaglia? Prima di tutto bisogna riconoscerla ed accettarla. Bisogna capire l’errore e la causa: cercare giustificazioni o dare la colpa agli altri ci porta fuori strada e soprattutto rischia di farci perdere una grossa opportunità. Un parallelismo tra il Giuseppe biblico e l'attuale presidente del Consiglio

5

Renzi è di Destra o di Sinistra?

Il Presidente del Consiglio non dirà mai: "Anche i ricchi piangono", ma auspica che anche i poveri ridano. Ma cosa dicono i detrattori come Norma Rangeri e Marco Travaglio?