SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il prossimo appuntamento della rassegna “Incontri con l’autore“, a cura dell’associazione “I luoghi della scrittura” e della libreria “Libri ed eventi”, con il sostegno e il patrocinio del comune di San Benedetto e della Regione Marche è per domenica 23 giugno, alle ore 21,30, presso lo chalet da Luigi dove Elena Bonelli presenterà il libro “Io Gabriella Ferri. Una storia Italiana”. Converserà con l’autrice Juana Romandini.

Attrice, cantante, autrice, Elena Bonelli è “la voce di Roma “, città che ama e anima da due decenni con concerti, spettacoli, eventi, seminari nelle più prestigiose università e concorsi che hanno rilanciato la canzone romana. Come interprete, passa con disinvoltura dall’Inno di Mameli, di cui è la voce ufficiale sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, a Brecht, dalla canzone francese a quella napoletana, con una totale dedizione a quella romana di cui oggi è la maggiore cultrice.

Questa “storia italiana” getta uno sguardo intimo sulla vita straordinaria di Gabriella Ferri, una delle icone indiscusse della musica italiana, la cui voce unica e la cui presenza carismatica hanno incantato il pubblico per decenni. Dall’infanzia nel cuore pulsante di Roma alle fatiche e alle trionfanti performance teatrali, viene ripercorso, attraverso il racconto della sua vita, il fermento culturale che attraversò il nostro paese a partire dagli anni Sessanta, un’epoca di cambiamenti sociali e rivoluzione musicale in cui, con intelligenza, coraggio e una voce che risuona ancora nell’anima degli appassionati di musica, Gabriella ha incarnato l’autenticità e l’emozione della canzone popolare romana e italiana. Il lettore è invitato a scoprire, insieme a Gabriella, tutti i personaggi che l’hanno accompagnata nella sua vita: amici, cantanti, artisti, attori, autori televisivi, registi, compositori e uomini di cultura, ma anche la storia della donna dietro il microfono: i suoi amori, i suoi sacrifici e le sue vittorie. Il resoconto di una vita vissuta intensamente, il tributo a un simbolo del nostro paese.