RIPATRANSONE – Questione Natura in gita nel Piceno, alla scoperta di Ripatransone. Segue, nel virgolettato, il racconto di una bella giornata insieme.

 

Oggi vogliamo raccontarvi della nostra indimenticabile gita con i ragazzi del convitto dell’IIS Antonio Guastaferro, un’esperienza che ci ha portato alla scoperta di uno dei gioielli delle Marche: la magnifica Ripatransone. 

Siamo partiti da San Benedetto carichi di entusiasmo e curiosità. Il viaggio è stato breve ma ricco di aspettative e, non appena siamo arrivati a Ripatransone, siamo stati accolti da una vista unica e mozzafiato che ci ha lasciato senza parole. La città ci ha subito stupito con il suo fascino antico e le sue bellezze nascoste.

Il nostro tour è iniziato con la visita al belvedere piceno, un luogo che offre una panoramica spettacolare sulla campagna marchigiana e che ci ha permesso di apprezzare la bellezza naturale della regione. Proseguendo, ci siamo diretti al Duomo, una maestosa testimonianza della storia e dell’architettura religiosa locale. All’interno, abbiamo ammirato le opere d’arte e ci siamo immersi nella tranquillità e nella spiritualità del luogo.

Le sorprese non sono finite: abbiamo visitato le gallerie d’arte che ospitano opere di artisti locali di fama internazionale, rendendo Ripatransone un punto di riferimento culturale di grande rilievo. Il nostro itinerario ci ha poi condotto al palazzo comunale, davanti al quale passa il 43esimo parallelo. Questo dettaglio geografico ci ha affascinato e ci ha fatto riflettere su come la città sia collegata al mondo in modi sorprendenti.

Uno dei momenti più emozionanti della giornata è stato il passaggio per il vicolo più stretto d’Italia. Situato nel cuore della cittadina, questo stretto passaggio è una curiosità architettonica che ha messo alla prova il nostro spirito d’avventura, regalando anche tante risate e fotografie memorabili.

La visita si è conclusa con la scoperta del Teatro delle Fonti, una suggestiva struttura all’aperto che ci ha incantato con la sua atmosfera magica. Il teatro termina in uno dei lavatoi più pittoreschi delle Marche, un luogo carico di storia e di storie, dove un tempo le donne del paese si riunivano per lavare i panni e chiacchierare.

Dopo tanta esplorazione, abbiamo deciso di rilassarci al parco. In quel tranquillo angolo verde, abbiamo fatto merenda insieme, condividendo cibo e racconti della giornata. È stato un momento di gioia e di condivisione che ha rafforzato i legami tra di noi, lasciandoci con il cuore pieno di gratitudine per questa splendida avventura.

Ripatransone ci ha regalato una giornata indimenticabile, ricca di emozioni, scoperte e bellezze. Ogni angolo di questa ridente cittadina ci ha raccontato una storia, ci ha mostrato un frammento di passato e ci ha fatto sentire parte di una comunità viva e accogliente. Non vediamo l’ora di tornare e scoprire altre meraviglie nascoste in questo angolo incantevole delle Marche.

Grazie alla scuola IIS Guastaferro, alla Preside Marina Marziale ed agli educatori Alessandra Bastiani, Davide Laudadio, Giorgia Napoli e Gianluca Caponigro Cosenz, ma sopratuttto grazie ai tanti e fantastici giovani”.