CUPRA MARITTIMA – «Siamo felici di presentare alla cittadinanza questo progetto partendo proprio dal nostro logo identitario: il volto dalla Dea Cupra delineato da pixel perché il nostro territorio ha una bellezza paragonabile a quella di una dea, la nostra Dea, che ha dato il nome alla nostra cittadina – ha dichiarato il sindaco Alessio Piersimoni- Cupra Marittima è conosciuta soprattutto come località balneare, ma racchiude un patrimonio storico-artistico e culturale incredibile. Vogliamo ampliare l’offerta turistica e il logo, l’app e tutta l’attività di comunicazione sviluppata vanno in questa direzione. Il nostro obiettivo è richiamare i visitatori tutto l’anno con eventi, iniziative sportive e storico culturali».

«È un progetto integrato che tocca più settori e nasce dalla volontà dell’amministrazione di dare nuovo impulso all’offerta turistica- ha affermato l’assessore alla Cultura e al Turismo, Daniela Luciani-. Il nostro obiettivo è favorire il turismo esperienziale a 360° per conoscere e godere delle bellezze del nostro territorio, non solo dal punto di vista naturalistico-paesaggistico, ma anche storico-archeologico-artistico, aspetto quest’ultimo meno conosciuto. Oltre al logo, molto importanti sono stati anche la realizzazione della brochure turistica con tutte le peculiarità di Cupra, l’app e la tecnologia digitale, a cura di ETT Spa, per immergersi in viaggi virtuali alla scoperta del nostro patrimonio».

Franco Scoppolini della ETT Spa ha mostrato il funzionamento delle soluzioni digitali. L’app “DeA Cupra” racconta i punti di interesse di tre itinerari turistici: Parco Archeologico, Borgo di Marano e Piazza della Libertà con focus sulle opere d’arte conservate nella Chiesa di San Basso.

I punti di interesse sono georeferenziati e presentano immagini multimediali, descrizioni e approfondimenti. In due di questi “point” sarà possibile assistere anche a delle ricostruzioni 3D in realtà aumentata: la prima è la testa della dea Cupra visibile da tutte le prospettive; la seconda è la stanza residenziale con l’affresco di una donna su sfondo rosso rinvenuta nel sito archeologico, la cui rappresentazione è basata su uno studio della dott.ssa Ilaria Di Tano dell’Università L’Orientale di Napoli. L’app, sviluppata in italiano e in inglese, sarà fruibile da fine maggio – inizio giugno.

Il progetto prevede, inoltre, due postazioni di Realtà Virtuale, una nell’infopoint del Parco Archeologico “Civita” e una al Museo Archeologico del Territorio.

Fondamentale per la realizzazione di “DeA Cupra Digital e Arte” è stato anche il coinvolgimento di operatori economici e associazioni locali che ha portato alla creazione di laboratori di comunità, alla realizzazione di un video-documentario e alla mostra-itinerario “Nazzareno Tomassetti” lungo il Sentiero Naturalistico “dalla Marina al Borgo” di recente realizzato con fondi del GAL Piceno PSL e inaugurato domenica scorsa 21 aprile per l’apertura al pubblico.

L’evento è stato anche l’occasione per presentare l’APP istituzionale “Cupra Marittima” che – ha spiegato il consigliere Remo Lelli – “rappresenta l’ultimo step di un intero processo di innovazione digitale che la nostra Amministrazione ha voluto portare avanti all’interno del Comune, a partire dalla piattaforma del Sito del Comune a cui si collega l’Applicazione stessa, per arrivare a consentire una fruibilità a 360° sia dei servizi comunali per i cittadini, sia di informazioni e altri servizi utili per i turisti, essendo l’app collegata anche al Portale turistico del Comune”.