MONTEPRANDONE – A Centobuchi nasce la Cittadella dello Sport e, domenica 21 aprile, verrà intitolata ad Amedeo Pelliccioni, fondatore e già presidente del Centobuchi Calcio prima squadra di calcio locale, scomparso nel 2022.

Monteprandonese di nascita, Pelliccioni è stato tra i promotori della crescita dello sport cittadino, il suo nome è legato alla nascita del calcio locale, ma anche allo sviluppo dell’impiantistica sportiva sul territorio.

Insieme ad un gruppo di amici, appassionati di calcio e stanchi di spostarsi nei centri vicini per praticare questo sport, nel 1972, Pelliccioni costituì la Società Sportiva Dilettantistica Centobuchi Calcio.

Con il fondamentale apporto dell’allora parroco Don Remo Burrasca, il gruppo di amici realizzò il primo campo da calcio lungo il fiume Tronto, concependolo come un luogo dove i giovani potessero giocare e socializzare.

Ha ricoperto diversi ruoli societari, contribuendo anche a realizzare negli anni ’90 il primo campo di calcio in Largo XXIV Maggio e a raggiungere la storica promozione in serie D, nel campionato 2005/2006.

“La Cittadella dello Sport è realtà – spiega il sindaco Sergio Loggi – con i suoi tre campi da calcio il Vincenzo Nicolai, il campo da calcio supplementare e quello da calcetto, il bocciodromo, la piastra polivalente, il campo da basket e il parco dello sport con attrezzi da palestra, percorso vita e campi da bocce all’aperto, l’area degli impianti sportivi di Largo XXIV Maggio a Centobuchi è un fiore all’occhiello per il nostro territorio che vogliamo continuare a far crescere negli anni. Domenica intitoleremo l’area ad un nostro concittadino Amedeo Pelliccioni – continua Loggi – mosso dalla passione per il calcio, Amedeo ha avuto un ruolo fondamentale nella promozione delle politiche sportive e dei valori di aggregazione e sana competizione intesa come opportunità di crescita per i giovani del territorio, contribuendo a diffondere preziosi valori quali l’amicizia, la solidarietà e il sacrificio”.

La cerimonia di intitolazione avrà inizio alle ore 10 di domenica 21 aprile. Oltre all’Amministrazione comunale, interverranno i familiari di Amedeo Pelliccioni, i rappresentanti di associazioni sportive e culturali, gli ex dirigenti e giocatori del Centobuchi Calcio, i dirigenti e i giocatori dell’Associazione Sportiva Dilettantistica Centobuchi 1972 MP. La cittadinanza è invitata a partecipare.