MARCHE – 1° maggio come data prevista per l’apertura della balneazione al mare, mentre la chiusura è fissata al 29 settembre. La stagione di balneazione per le acque fluviali avrà inizio il 22 giugno e terminerà il 1° settembre 2024. Così è stato comunicato dalla Regione Marche, contestualmente all’individuazione delle acque di balneazione (BW) e delle nuove Aree Omogenee (AO) per la stagione 2024 con la loro classificazione.

Ad eseguire le attività di campionamento ed analisi delle acque per la valutazione della loro conformità, prima e durante la stagione di balneazione, e per la loro classificazione al termine della stagione, provvede l’ARPAM, l’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale delle Marche, che si occuperà anche del Programma di monitoraggio per la sorveglianza algale, del monitoraggio di Ostreopsis cf Ovata nelle acque di balneazione marino–costiere e del monitoraggio dei Cianobatteri nelle acque dolci degli invasi artificiali.

“L’attento monitoraggio effettuato dall’ARPAM – dichiara l’assessore regionale all’Ambiente, Stefano Aguzzi – consente di garantire una balneazione in sicurezza, a tutela della salute pubblica. I dati offrono del resto risultati soddisfacenti. Oggi su 254 acque balneari monitorate, 244 sono classificate di qualità eccellente. Gli esiti delle rilevazioni offrono quindi un quadro positivo in vista del prossimo avvio della stagione turistica”. “Inoltre – prosegue l’assessore Aguzzi – questo risultato è stato ottenuto anche grazie agli importanti investimenti che la Regione, gli EGATO ed i Gestori del Servizio Idrico Integrato stanno realizzando per garantire una qualità delle acque, soprattutto quelle balneari, di elevata qualità”.