CHIETI – Lauro: “Ci vuole un arbitro adatto all’altezza di una partita del genere. L’espulsione per Barberini è netto, ma il gol del Chieti era da annullare per fallo di mano. E’ stata una partita corretta ma non c’era nessun motivo di incattivirla. Dispiace prendere gol per un fallo di mano non visto all’ultimo minuto, il finale non è stato gestito bene dall’arbitro. Aldilà di tutto è una partita che non pregiudica nulla perchè siamo solo a novembre”.

Chianese: “Voglio parlare solo di calcio. La mia squadra è partita bene ma poi ci siamo un po’ abbassati. E’ normale contro la capolista, faccio i complimenti ai ragazzi perchè hanno avuto carattere e non hanno subito granchè. Abbiamo giocato con coraggio, non voglio alimentare le proteste, non è educativo”.

De Angelis: “Su Barberini era giusto il secondo giallo, ma poi l’arbitro ha perso la partita. Non si può assegnare un gol segnato con la mano e espellere un giocatore solo per averlo fatto solo notare senza protestare. Peccato perché i ragazzi avevano fatto una buona partita. Il maxi recupero? Io ho giocato a calcio e non ho mai visto un recupero così sostanzioso per una partita in cui si il ritmo è stato alto. Spropositato si è giocato un supplementare”.