ALTIDONA – Controlli della Polizia sulla regolare detenzione di armi, denunciato 70enne di Altidona per detenzione illegittima di armi e munizioni. Segue la nota della Questura di Fermo:

«Controlli serrati della Polizia Amministrativa della Questura di Fermo in ordine alla regolare detenzione delle armi da parte dei soggetti titolari delle Licenze di Polizia (porto d’armi uso caccia, uso sportivo e difesa personale): un settore oggetto di continue attenzioni della Polizia di Stato per le delicate implicazioni che esso può comportare in caso di abuso.   

L’attività effettuata dal personale della Amministrativa ha permesso di eseguire controlli su diversi detentori di armi, al fine di verificarne il rispetto delle normative vigenti in materia.  

Nel rispetto dei diritti delle persone indagate, da ritenersi presunte innocenti in considerazione dell’attuale fase del procedimento, indagini preliminari, fino ad un definitivo accertamento di colpevolezza con sentenza irrevocabile, ed al fine di assicurare il diritto di cronaca costituzionalmente garantito, si comunica che nella giornata di ieri, dopo aver proceduto ad un controllo sulla regolare detenzione di armi, veniva denunciata una persona di oltre 70 anni di Altidona, per l’art. 20 della Legge 110/1975, poiché deteneva in un luogo non idoneo più armi rifornite di munizionamento. Alcune di queste armi, venivano rinvenute sotto il materasso e dietro la porta della camera, completamente cariche di cartucce e pronte all’uso. 

Veniva denunciato altresì per l’art. 697 codice penale, in quanto trovato in possesso di numeroso munizionamento, ben oltre il limite previsto dalla legge. 

Quello di ieri è l’ennesimo controllo che gli Agenti della Polizia Amministrativa effettuano ogni giorno, vigilando sul rispetto delle normative di legge in ordine alla detenzione di armi, sia sotto il profilo dei requisiti soggettivi – alla base del rilascio della Licenza – che sotto il profilo del rispetto delle norme che regolano la detenzione delle armi e relativo munizionamento.

L’attività svolta dalla Polizia Amministrativa risulta di molto importante al fine di prevenire condotte criminose pericolose sia per il detentore che per i suoi familiari, nonché per la comunità stessa».