MONTEGRANARO – I Carabinieri denunciano tre soggetti per ricettazione a Montegranaro, Porto Sant’Elpidio e Porto San Giorgio: rinvenuti tre mezzi oggetto di furto. Segue la nota dell’Arma Fermana:

«Nei giorni scorsi, a Montegranaro (FM) i militari della locale Stazione dei Carabinieri hanno concluso gli accertamenti e deferito in stato di libertà un cittadino romeno, classe 2004, alla competente Autorità Giudiziaria per il reato di ricettazione. Gli operanti hanno identificato il soggetto come l’utilizzatore di un ciclomotore provento di furto, denunciato il 18 giugno da un residente di Montegranaro. Il ciclomotore è stato recuperato e restituito al proprietario. L’Autorità Giudiziaria è stata informata dalla Stazione di Montegranaro.

Inoltre, a Porto Sant’Elpidio (FM), i militari della locale Stazione dei Carabinieri hanno deferito in stato di libertà un giovane di Foligno, classe 2004, sempre per il reato di ricettazione. Il giovane è stato controllato a Fermo, a bordo di una bicicletta risultata essere provento di furto denunciato da un residente presso l’Arma di Porto San Giorgio (FM). La bicicletta è stata recuperata e restituita al legittimo proprietario. A Monte Urano (FM) i militari della locale Stazione dei Carabinieri hanno concluso l’attività investigativa e deferito in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria un cittadino tunisino, classe 1999, per i reati di ricettazione e soggiorno illegale nel territorio dello Stato.

I Carabinieri hanno rinvenuto un motociclo Piaggio Beverly oggetto di furto, denunciato da un residente presso la Stazione CC San Benedetto del Tronto (AP) la sera precedente. Il soggetto deferito è stato individuato immediatamente all’interno di un esercizio commerciale e riconosciuto, anche grazie all’analisi di videocamere di sorveglianza pubblica e privata, quale conducente del veicolo oggetto di furto utilizzato per raggiungere quel luogo. Il cittadino tunisino risultava irregolare sul territorio nazionale ed è stato segnalato anche per violazione dell’art. 14 comma 5 quater D.Lgs. 286/1998, invitato a regolarizzare la sua posizione presso gli uffici della Questura di Fermo ai sensi dell’art. 15 T.U.L.P.S. Il veicolo è stato sottoposto a sequestro penale ed affidato in custodia giudiziale a una ditta autorizzata del luogo».