SAN BENEDETTO DEL TRONTO – In occasione dell’incontro di rugby tra le Nazionali italiana e rumena in programma per sabato 19 agosto, alle 18:30 allo stadio comunale “Riviera delle Palme”, la viabilità cittadina subirà modifiche per agevolare l’afflusso e il deflusso.

Sin dalla mattina del 18 agosto, a partire dalle 8, una porzione di viale dello Sport, comprensiva anche dell’area di parcheggio a nord del Palazzetto dello Sport “Speca”, sarà occupata dal palco e dagli stand gastronomici di corredo alla partita.

Dalle ore 16 di sabato 19 agosto e fine al termine della manifestazione, sarà vietato il transito nel tratto di viale dello Sport compreso tra la rotonda Roncarolo e via San Pio X. Il transito sarà interrotto, pure per i pedoni, anche nel sottopassaggio di via Serao.

Per quanto riguarda la sosta, i divieti insisteranno, pena la rimozione dei mezzi, dalle 8 del 18 agosto alla mezzanotte del 21 agosto nel tratto di viale dello Sport interessato dall’evento, nell’area di parcheggio del Palazzetto dello Sport, nello spazio di parcheggio nei pressi dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Guastaferro” (ex-IPSIA), nel tratto di strada senza uscita a ovest dell’Istituto e in quello di collegamento tra viale dello Sport e l’ingresso della curva nord dello stadio comunale.

Il Comando della Polizia Municipale raccomanda quindi di impiegare percorsi alternativi ed evitare il passaggio nelle aree immediatamente adiacenti all’evento, oppure avvalersi dei bus navetta istituiti per l’occasione.

Infatti il 19 agosto, dalle 16 alle 19 e dalle 20:30 alle 23:00, sarà attivo un servizio di bus navetta dedicato con il seguente percorso: Via Val Tiberina (fermata nel parcheggio ex-supermercato EMI – EUROCOT), via Valle Piana (fermata nelle aree di sosta aperte), contrada San Giovanni (fermata al Centro Forum), via Pasubio (fermata centro commerciale Porto Grande e Brico), Via Piave, Via N. Sauro, Via Mattei, Viale dello Sport, Stadio e ritorno.

Per quella giornata sarà sospeso il servizio di bus navetta che serve quotidianamente il “Lungomare”.