ATLETICO CENTOBUCHI: Camaioni, Di Luca, Fabi Cannella, Veccia, De Cesaris, Stacchiotti, D’Intino, Pietropaolo A., Cialini, Picciola, Liberati.

A disposizione: Tamburini, Wade, Marcozzi, Delli Compagni, Russi, Bjeshova, Lanzano, D’Angelo, Zadro, Madonna, Galli, Pallotta. Allenatore Salvatore Fusco

SAN BENEDETTO CALCIO: Pinto, Zoboletti, Orfano, Pezzola, Sirri, Arrigoni, Barberini, Scimia, Tomassini, Alessandro, Cardoni.

A disposizione: Coco, Sbardella, Tsechoev, Pagliari, Chiatante, Evangelisti, Pietropaolo V., Battista, Bonifazi, Buonavoglia, Colletta, Grillo. Allenatore Maurizio Lauro

Rete: 14′ Scimia.

MARTINSICURO – Finisce 0-1 per il San Benedetto Calcio l’amichevole contro l’Atletico Centobuchi. Il primo test davanti a una gran bella presenza anche sugli spalti con molti tifosi di entrambe le squadre che hanno riempito la tribuna del “Tommolini”.

Tante le azioni create nell’arco di tutta la gara: la sblocca al quarto d’ora Scimia su assist di Alessandro. I biancazzurri rispondono con una traversa colpita da Veccia su calcio di punizione. Nel secondo tempo Tomassini colpisce due pali e una traversa, in un’occasione con la complicità dell’estremo di casa Tamburini. Nel finale l’ex Monteprandone Wade neutralizza il calcio di rigore di Buonavoglia.

Una gara che ha regalato tante azioni e soprattutto bel gioco. Il San Benedetto vanta grandi giocatori di esperienza ma soprattutto molto raffinati i termini di qualità. Molte sono le cose che mi hanno colpito: scambi nello stretto con molta intensità e avere il pallone tra i piedi significa giocare palla a terra senza buttarla via. Mister Lauro e i calciatori stanno lavorando molto bene tatticamente e credo che un calcio così “pulito”, intenso e bello da vedere non si veda da tanto in città. L’unico dubbio che mi pongo è: come si comporteranno i calciatori nella classica partita “sporca”, che durante la stagione capita spesso, dove il campo è difficile da praticare? Detto ciò penso che il San Benedetto ha tutte le carte in regola per potersi ritagliare un ruolo da protagonista nel campionato di Serie D ormai alle porte.

D’altro canto c’è da considerare un avversario che milita nel campionato di Promozione Marche, che lo scorso anno ha centrato l’obiettivo play-off per la prima volta nella storia. Anche qui c’è da dare elogio al lavoro, iniziato 10 giorni fa, della squadra di Fusco. Sicuramente c’è stato un calo fisico nella ripresa ma i biancazzurri hanno impensierito più volte la retroguardia di Sirri e compagni giocando a due tocchi, palla a terra cercando di colpire dalle fasce. Interessanti i molti giovani schierati in campo che hanno giocato gran parte della gara. Si ritagliano il loro spazio anche i portieri.