ANCONA – Ammonta a 521mila euro la cifra assegnata dalla Regione Marche per la ristrutturazione dell’edificio ex Crass, acronimo col quale è conosciuta la struttura dell’ex ospedale psichiatrico di Ancona. Segue il comunicato della Regione Marche:

«Con il finanziamento per la riqualificazione dell’edificio situato all’area ex Crass, abbiamo compiuto un ulteriore passo in avanti per realizzare una rete ospedaliera efficiente e adeguata alle esigenze dei cittadini. Una ulteriore tappa della sinergia con Asur per migliorare le strutture ospedaliere della regione”.

È il commento dell’assessore alle Infrastrutture e all’Edilizia Ospedaliera Francesco Baldelli, all’approvazione, da parte della Giunta regionale, del programma di utilizzo delle risorse assegnate alla ristrutturazione e riqualificazione energetica degli ex ospedali psichiatrici presenti nelle Marche, tra cui quella relativa al Padiglione 4 dell’edificio nell’area ex Crass, in Via Colombo ad Ancona.

“Un intervento – precisa l’assessore Baldelli – che Asur, proprietaria di tutti gli immobili adibiti a ex ospedali psichiatrici, ha ritenuto prioritario, e al quale la Regione Marche ha assegnato risorse pari a 521mila euro. Siamo in presenza di edifici che hanno un elevato valore storico, artistico e culturale per il territorio di riferimento, e che pertanto necessitano di profondi interventi strutturali al fine di migliorare l’efficienza dei servizi offerti”.

Oltre alla progettazione e realizzazione di nuovi ospedali, l’adeguamento sismico e l’efficientamento energetico degli edifici esistenti sul territorio rappresentano i principali interventi che seguono la rotta delineata dal Masterplan dell’edilizia sanitaria e ospedaliera, una rotta che ha l’unica destinazione di realizzare una rete di strutture sanitarie e ospedaliere moderne, efficienti e diffuse in maniera omogenea su tutto il territorio regionale».