SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il Porto d’Ascoli è chiamato a dare continuità dopo aver sfatato il tabù trasferta contro il Chieti. Il Notaresco vuole invertire il trend dopo la sconfitta per 0-2 in casa contro il Trastevere.

Domenica al Riviera delle Palme andrà in scena un match tutt’altro che scontato tra due formazioni entrambe in cerca di punti ma in un momento psicologico diametralmente opposto.

I teramani si trovano al quart’ultimo posto (15a posizione) con 10 punti in 12 gare frutto di 2 vittorie (1-0 Matese, 0-1 a Tolentino), 4 pareggi (Senigallia, Samb 1-1, Montegiorgio, Avezzano), 6 sconfitte (3-1 Vastogirardi, 1-0 Cynthia, 0-1 Chieti, 3-0 Nuova Florida, 0-1 Pineto, 0-2 Trastevere). 8 gol fatti, 16 subiti.

L’età media della rosa è di soli 21 anni una delle più giovani del Girone F. Tra questi tuttavia, ci sono dei prospetti molto interessanti da tenere d’occhio.

Kuqi: ’02, italo-albanese, ha scalato passo dopo passo le varie giovanili del Pescara fino all’U19 poi è stato mandato in prestito a Notaresco. 6 presenze ed 1 gol fino ad ora, decisivo contro il Tolentino (1-0).

Manari: 25 anni, Manuel figlio di papà Giovanni, venuto purtroppo a mancare alcuni anni fa, che tutti ricordano qui a San Benedetto come centrocampista della Samb ai tempi della storica ma allo stesso tempo tragica promozione in Serie B dell’80-81. Esterno sinistro, ma capace anche di adattarsi a destra in grado di saltare l’uomo. Ha debuttato in Serie B con l’Ascoli nel 2017.

Grauberg: ’01 Punta centrale estone-svedese che ha vestito la maglia del Brommapojkarna, club di Stoccolma.

Non più giovanissimo, ma un punto di riferimento per la categoria, capitan Bruno: 39 anni, tanta esperienza in Serie C (Benevento, Taranto, Catanzaro, Nocerina) e anche Serie B (Pescara, Livorno). L’anno scorso collezionò 31 presenze, da titolare quasi inamovibile.

L’allenatore del Notaresco è l’ex Tiziano De Patre, 53 anni, che ha vestito da giocatore la maglia della Samb per due stagioni dal 1992 al ’94. Il Notaresco è al 5° anno di Serie D, il Porto d’Ascoli al 2°.

I precedenti: 1-1 al Riviera delle Palme all’andata dello scorso anno, 2-1 per gli abruzzesi al Savini grazie al portiere Shiba che ipnotizzò Napolano dal dischetto.