MONTE URANO – I militari della Compagnia di Fermo hanno intercettato un 62enne di Porto Sant’Elpidio mentre cercava di allontanarsi con fare sospetto dal Parco fluviale Alex Langer di Monte Urano. L’uomo, noto per i suoi precedenti, veniva quindi controllato e trovato in possesso di un cacciavite, un paio di guanti in lattice, somma contante di euro 50,00, un coltellino multiuso a tre lame.

«Nel rispetto dei diritti delle persone indagate, da ritenersi presunte innocenti in considerazione dell’attuale fase del procedimento – indagini preliminari – fino ad un definitivo accertamento di colpevolezza con sentenza irrevocabile, ed al fine di assicurare il diritto di cronaca costituzionalmente garantito, si comunica che la scorsa serata, i militari della nel corso dei periodici servizi preventivi di controllo del territorio hanno denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica per i reati di furto aggravato e possesso ingiustificato di strumenti atti ad offendere, un 62enne di Porto Sant’ Elpidio (FM), già noto per altri precedenti, e sottoposto all’affidamento in prova ai servizi sociali. In particolare, nel corso di un mirato servizio di contrasto ai reati predatori, disposti dalla Compagnia di Fermo, i militari intercettavano l’uomo mentre cercava di allontanarsi con fare sospetto dal “Parco fluviale Alex Langer” di Monte Urano. L’uomo, noto per i suoi precedenti, veniva quindi controllato e trovato in possesso di un cacciavite, un paio di guanti in lattice, somma contante di euro 50,00, un coltellino multiuso a tre lame. Gli ulteriori successivi accertamenti, anche mediante l’analisi dei filmati della videosorveglianza pubblica/privata, permettevano di stabilire che il denunciato si era reso poco prima responsabile di un furto su autovettura di proprietà di una donna del luogo. L’autore del furto veniva quindi segnalato anche al Magistrato di Sorveglianza di Macerata per la violazione del provvedimento di affidamento in prova ai servizi sociali».