Servizio anticrimine dei Carabinieri un arresto e cinque denunce  

GIULIANOVA – I Carabinieri delle Compagnie di Alba Adriatica e Giulianova, in occasione del fine settimana hanno intensificato i controlli del territorio con lo scopo di prevenire e reprimere i reati in genere con particolare attenzione per quelli contro il patrimonio. 

Il dispositivo, costituito da Carabinieri delle Stazioni e del Nucleo Radiomobile nonché militari in abiti civili, ha attenzionato in particolare il litorale teramano  da Martinsicuro a Silvi Marina e ponendo particolare attenzione alle zone industriali e produttive.

Sono state inoltre presidiate le principali arterie stradali del territorio; vigilati gli obiettivi sensibili quali banche, uffici postali, gioiellerie etc; ispezionati gli esercizi pubblici; verificata la corretta esecuzione delle prescrizioni imposte dall’A.G. agli arrestati domiciliari e ai soggetti sottoposti a misure di sicurezza e/o prevenzione.

Nel corso delle attività una persona è stata arrestata e cinque sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria, in particolare:

  • Un quarantenne è stato arrestato a Giulianova dai Militari della Radiomobile per oltraggio e resistenza a P.U. I Carabinieri erano intervenuti presso la sua abitazione allertati dai vicini perché sentivano delle urla. L’uomo che stava animosamente litigando con la compagna alla vista dei militari si è scagliato contro gli stessi proferendo nel contempo parole offensive, tuttavia dopo una breve colluttazione i Carabinieri lo bloccavano e lo dichiaravano in arresto. 
  • A Pineto i Carabinieri della locale Stazione hanno denunciato un uomo per truffa. Lo stesso con la promessa della vendita di un’autovettura tramite sito on line si era fatto versare dalla vittima euro 4.500 senza consegnare l’auto promessa in vendita.
  • A Giulianova i Carabinieri della locale Stazione denunciavano una donna sorpresa a taccheggiare della merce in un negozio di casalinghi e giocattoli.
  • A Colonnella i Carabinieri della locale Stazione denunciavano una persona per omessa custodia e malgoverno di animali. Infatti il proprio un cane di grossa taglia usciva dal cancello della proprietà e aggrediva un cane di piccola taglia, che passava nei pressi, tenuto al guinzaglio dal proprietario, ferendolo a morte. Nell’occorso anche il padrone del barboncino nel tentativo di proteggere l’animale riportava delle ferite. 
  • Nel corso dei controlli sulla circolazione stradale due soggetti venivano trovati alla guida dei propri mezzi con un tasso alcolemico superiore al consentito.

Durante il servizio sono stati controllati 9 esercizi pubblici e 20 persone sottoposte a misure restrittive presso le rispettive abitazioni. Tali servizi continueranno ininterrottamente e saranno ulteriormente rafforzati, nell’occasione viene chiesta ai cittadini una attiva collaborazione segnalando tempestivamente al 112 ogni circostanza sospetta (mezzi e/o persone) di cui vengono a conoscenza.