SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La stracittadina sambenedettese è sicuramente una delle partite più attese dell’intero Girone F di Serie D: dato l’andamento del campionato, quella in programma domani, domenica 30 ottobre, al “Riviera” (ore 14:30) sarà una partita densa di significato, di interrogativi tuttora senza risposte e di grattacapi dettati – forse – dal latente imbarazzo creato dal paradosso di una “seconda” squadra, una squadra “di quartiere”, che meglio sta facendo rispetto alla blasonata società rossoblù. Mentre la squadra di Mister Ciampelli è ben rodata, quella assemblata dal criticatissimo DS Vittorio Cozzella è ancora alla ricerca di un’identità: al netto delle assenze la qualità c’è, ma quello dell’allenatore in questo momento non è un compito semplice.

UNA SAMB CORTA IN ATTACCO

La barca di mister Fabio Prosperi non ha ancora, per così dire, mollato gli ormeggi: complice un momento difficile anche dal punto di vista degli infortuni e una rosa che forse non ha ancora assorbito del tutto il credo tattico dell’allenatore pescarese, il cui ingaggio non ha ancora dato i risultati sperati.

Con Cardella ancora (sciaguratamente) squalificato e un Chinellato di nuovo ai box per un problema fisico, Prosperi dovrà inventarsi qualcosa in attacco: Diego Vita, si sa, non è al 100% ma, data l’assenza del numero 9 rossoblù, sarà l’unica punta davvero di ruolo a disposizione. Ad affiancare il 29enne nativo di Massa potrebbe esserci Umile in un eventuale 3-5-2, senza escludere un debutto da titolare di Niccolò Marras né – da subentrato – un esordio in rossoblù per l’under olandese Lachir, fin qui oggetto misterioso. In alternativa, un avanzamento di Emili potrebbe regalare imprevedibilità al reparto avanzato della Samb.

Nessuna novità sul fronte mercato: Alessio Rasi, esterno classe 1999 ex Pescara, si era aggregato al gruppo nei giorni scorsi; tuttavia, secondo le ultime indiscrezioni, l’accordo con il giovane calciatore sarebbe definitivamente saltato. 

IL MOMENTO DEL PORTO D’ASCOLI: UN GRANDE INIZIO, POI LA FLESSIONE

La società del patron Vittorio Massi, nonostante il buon 7° posto in classifica (a -4 dalla vetta) e il vantaggio di 2 punti sulla Samb, non trova i 3 punti dalla vittoria in casa ottenuta contro il Fano, lo scorso 2 ottobre.

Sono stati idoli del Riviera i due ex rossoblù alla corte di mister Ciampelli: si tratta del “solito” Giordano Napolano, tra i protagonisti della promozione in Lega Pro (revocata) del 2013, e del bomber Ameth Fall, fresco di un trasferimento tutt’altro che sereno. Ex a parte, i giocatori potenzialmente pericolosi nella rosa del Porto d’Ascoli non mancano: Verdesi, Battista e Spagna saranno osservati speciali nel reparto offensivo, mentre Rovinelli, Pietropaolo, Sensi e Petrini proveranno a proteggere la porta difesa da Testa, rimasta inviolata già 5 volte quest’anno.