SAN BENEDETTO DEL TRONTO – I Carabinieri della Compagnia di San Benedetto del Tronto hanno arrestato a Porto d’Ascoli un 19enne del luogo dopo aver rinvenuto nella sua automobile 85 grammi di hashish, un coltello a serramanico e un bilancino di precisione. Il giovane è attualmente agli arresti domiciliari. Segue il comunicato dell’Arma:

«Nei giorni scorsi, i Carabinieri della Compagnia di San Benedetto del Tronto, nel corso di un servizio antidroga svolto in un più ampio dispositivo di prevenzione generale, hanno controllato un’autovettura con all’interno due giovani che percorreva una via di Porto D’Ascoli, con un andamento sospetto.

Fermata e sottoposta a controllo, i militari hanno sorpreso il passeggero, un 19enne dell’entroterra sambenedettese ma originario dell’Ucraina, con alcune dosi di sostanza stupefacente del tipo hashish.

Il forte odore acre della sostanza ha indotto i militari ad approfondire il controllo che, dopo aver vinto una tenace resistenza dell’uomo che tentava di far desistere gli operanti dal proseguire gli accertamenti, hanno rinvenuto da una più accurata perquisizione personale complessivamente circa 85 grammi di sostanza stupefacente del tipo hashish nonché un bilancino di precisione ed un coltello a serramanico. L’ispezione consentiva anche di sottoporre a sequestro la somma in denaro contante di € 250, verosimilmente, provento dell’attività di spaccio.

L’uomo è stato arrestato in flagranza di reato e messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria che, nell’udienza di convalida, ha disposto per lui la misura degli arresti domiciliari presso la propria abitazione».