ANCONA – Proseguono le operazioni di soccorso da parte dei Vigili del Fuoco dopo l’alluvione che nei giorni scorsi ha colpito gran parte del territorio regionale, in modo particolare nelle province di Ancona, Pesaro-Urbino, Fermo e Macerata

Sono 400 i Vigili del Fuoco impegnati, con rinforzi dal Friuli, Veneto, Lombardia, Emilia Romagna, Toscana, Lazio, Campania, Basilicata, Puglia e Calabria, per prestare soccorso alla popolazione, per rimuovere il fango, liberare le strade, tagliare gli alberi abbattuti e per gli allagamenti: 1.163 gli interventi effettuati.
Proseguono le ricerche delle due persone disperse nella zona di Barbara, anche lungo l’alveo del fiume Nevola: squadre a terra, unità cinofile, sommozzatori, esperti in topografia applicata al soccorso e droni al lavoro.