MONTEPRANDONE – Un’altra buona prestazione per l’Handball Club Monteprandone. Ma non basta nemmeno stavolta. I verdi incassano la seconda sconfitta consecutiva: dopo quella nel derby con Cingoli all’esordio, questa di Sassari contro il Verdeazzurro.

I verdi in Sardegna pagano l’avvio a rilento, quando faticano a prendere le misure al più esperto avversario. Senza l’infortunato Grilli, Monteprandone schiera tre ragazzi del 2005, Evangelista, Di Girolamo e Simonetti, e uno classe 2006, Khouaja.

L’Hc va al riposo sotto di 5 (18-13 il parziale) e poi nella ripresa riesce a rosicchiare qualcosa, ma sul più bello, quando la partita sembra riaperto, il rosso a Russello rimescola di nuovo le carte. E finisce 33-31, con grande rammarico per Monteprandone.

“Sì, grande rammarico – commenta coach Andrea Vultaggio – meritavamo sicuramente di vincere. Ci ha penalizzato una partenza un po’ sotto tono. Ma aver giocato con una squadra molto giovane è quasi come aver vinto. Di certo è motivo di orgoglio. In un campionato dove si mette sempre più da parte il vivaio, a favore di giocatori stranieri, sono contento di tenere in campo ragazzi alla loro prima esperienza di A2. Adesso sarà importante non mollare, perché quando l’età media è bassa, passare dalle stelle alle stalle è molto facile”.

L’Hc proverà a fare i primi punti della stagione sabato 17 settembre, alle 18, al Colle Gioioso contro Modena.