SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Con l’avvio della campagna di controlli sui monopattini elettrici, il Comando della Polizia Municipale ha diramato un approfondimento dedicato alle norme e alle regole che disciplinano l’utilizzo e la circolazione di questo tipo di mezzi di trasporto.

Secondo quanto stabilito dalla normativa vigente, possono infatti circolare su strada solo monopattini dotati di specifiche caratteristiche costruttive, tra cui freno a leva, display di controllo, luci anteriori e catadiottri posteriori. I mezzi devono essere privi di posti a sedere e con motori elettrici di potenza non superiore a 0,5 KW. Devono inoltre essere dotati di un regolatore di velocità che possa essere configurato in base ai limiti di 20 e 6 km/h.

I monopattini elettrici possono circolare ovunque possa farlo un velocipede, vale a dire su strade, aree pedonali, percorsi pedonali e ciclabili, corsie e piste ciclabili; ne è vietata invece la circolazione su strade urbane con limiti di velocità superiori a 50 km/h e sulle strade extraurbane è permessa la circolazione solo in presenza di una pista ciclabile e solo all’interno di essa; è vietata la circolazione anche sui marciapiedi (salvo che siano condotti a mano) e la circolazione su strada contromano o in senso contrario a quello di marcia. Infine, in assenza di aree specifiche per la loro sosta, i monopattini possono essere parcheggiati negli stalli per velocipedi, ciclomotori e motoveicoli.

Per quanto riguarda il conducente, la normativa in vigore stabilisce che questi debba aver compiuto 14 anni di età, anche se non è richiesta nessuna patente.

I minorenni hanno l’obbligo di indossare un casco protettivo conforme mentre tutti hanno l’obbligo di indossare indumenti dotati di bande retroriflettenti ad alta visibilità e di tenere accese le luci di cui è dotato il mezzo per circolare nelle ore notturne.

Il conducente deve osservare il limite di velocità di 20 km/h su strada e 6 km/h nelle aree pedonali e il divieto di trasportare o trainare persone, cose o animali.

Le sanzioni sono individuate dalla Legge Finanziaria 2020 (L. 160/2019), che disciplina specificamente la circolazione dei monopattini elettrici, e prevedono multe da 50 euro fino a 400 euro e l’eventuale confisca del mezzo.

Per tutti gli altri riferimenti normativi, oltre alla Legge Finanziaria 2020, l’ambito è normato dalle leggi 156/2021 e 15/2022 nonché nel Codice della Strada, che si applica in maniera residuale ai monopattini elettrici, considerati alla stregua di velocipedi per tutte le fattispecie che non ricadono nelle altre leggi.