SAN BENEDETTO DEL TRONTO – È giunta alla nostra redazione una segnalazione di un cittadino che da tempo ha fatto presente al Comune della presenza di una palma infestata dal Punteruolo Rosso, in Piazza Passo Pordoi, chiedendone la rimozione perché ormai irrecuperabile. Stanco delle numerose segnalazioni, il cittadino, ha apposto alla pianta un cartello ironico  con sopra scritto “Allevamento Punteruolo Rosso San Benedetto”.

Al di là dell’ironia, è necessario che l’allarme del cittadino vada preso in seria considerazione, perché, come noto, il punteruolo rosso delle palme è un parassita devastante. Una volta esaurite le risorse alimentari all’interno di una pianta, i maschi di punteruolo rosso possono volare anche a diversi kilometri di distanza, per individuare un’altra palma da colonizzare ed attrarre i propri simili attraverso un particolare feromone di aggregazione, per poi nidificare ed iniziare ad erodere la  palma dal suo interno.

Il Punteruolo è particolarmente aggressivo con le palme del genere Phoenix dactylifera, Phoenix canariensis, tra le più diffuse nella nostra bellissima riviera. Si può facilmente dedurre che ogni singola pianta infestata, rappresenti un serio pericolo per tutte le palme di San Benedetto e dintorni, soprattutto durante i mesi caldi, periodo nel quale il coleottero proveniente dai tropici è attivo per la ricerca e la riproduzione.

Pertanto, quando un cittadino leggittimamente preoccupato dimostra un elevato senso civico, è un dovere per le Istituzioni e per gli organi competenti starlo ad ascoltare.