SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si inoltra di seguito un comunicato stampa firmato dall’assessore al turismo Cinzia Campanelli.

Con l’Rds Summer Festival l’amministrazione comunale ha voluto fare una scommessa: portare a San Benedetto un evento di portata nazionale e realizzarlo in uno spazio non convenzionale, la pineta “Falcone e Borsellino”, in linea con il principio di distribuire le manifestazioni e non concentrarle nelle solite aree.

Dopo questi tre giorni di musica e divertimento caratterizzati da una grande partecipazione possiamo guardare all’evento appena conclusosi come a una scommessa vinta. Si è trattato di “una vera botta di energia” per la nostra città, che ha visto una zona, di solito poco popolata nelle ore serali, animarsi come non mai e diventare una gigantesca discoteca all’aperto. La soddisfazione è stata ancora maggiore nel vedere famiglie con bimbi piccoli, persone con disabilità e giovani tutti insieme, a conferma del fatto che l’evento è stato pensato nei minimi particolari e realizzato in modo che fosse a misura di tutti. La scelta coraggiosa di destinare una area mai utilizzata per questo genere di eventi ha avuto un riscontro più che positivo. In futuro torneremo a considerare in maniera concreta l’impiego di quest’area per altre manifestazioni, ampliando così il numero di spazi rodati che possono ospitare eventi cittadini ed estendere divertimenti e intrattenimento in altre zone, notoriamente lasciate da parte, della città.

Per noi amministratori è stata un’immensa soddisfazione vedere quanto grande sia stata la partecipazione all’Rds Summer Festival: mille sono stati i biglietti staccati il primo giorno, duemila il secondo e altrettanti il terzo. E poi i tanti giovani che si sono ritrovati nella cornice della pineta “Falcone e Borsellino” nelle ore successive ai concerti per i Dj set aperti a tutti, quelli, tra cui tantissimi bambini, che hanno affollato di giorni il Beach Village allestito nell’area ex camping. Colgo l’occasione per ringraziare il personale del Comune, i Vigili del Fuoco, le Forze dell’Ordine, i volontari della Croce Rossa: tutti si sono adoperati per far sì che la città si presentasse al meglio.