SAN BENEDETTO DEL TRONTO – È stata convocata nel pomeriggio di ieri, martedì 12 luglio, presso la Sala Consiliare del Comune, l’assemblea della Commissione Consiliare Bilancio. 

L’incontro era volto a discutere il seguente ordine del giorno: 

1. Approvazione verbali sedute precedenti; 

2. Esame proposta delibera salvaguardia degli equilibri; 

3. Documento Unico di Programmazione (Dup) 2023-2025; 

4. Ratifica Variazione Bilancio; 

5. Varie ed eventuali

Dopo aver approvato i verbali delle sedute precedenti, il presidente Paolo Canducci apre ufficialmente l’assemblea.

L’Assessore Domenico Pellei spiega: «La prima delibera è un atto obbligatorio, che chiede di valutare se ci sono squilibri e mettere appunto in equilibrio le risorse sia in entrata che in uscita. È stato chiesto un report riguardo le varie partite, ed è stato emesso un atto per l’equazione di entrate ed uscite. 

Le entrate più importanti sono le seguenti: 

  • Previsione in entrata di 2 mln di euro del Pnrr per l’inclusione di soggetti fragili e vulnerabili: è un inizio importante che coinvolge varie fasce della popolazione 
  • Minori entrate per la TARI di 160000 euro
  • Aumento di 108000 euro per i trasferimenti dallo Stato del ristoro e dell’occupazione suolo pubblico
  • Interventi vari per disabili gravi
  • Canone Unico Patrimoniale
  • Contabilizzazione di minori entrate, pari a 100000 euro, causa Covid
  • Aspetti legati all’edilizia (110%, 90%), aumento di 200000 euro per oneri accessori 
  • Ristrutturazione e adeguamento sismico della scuola Caselli

Per quanto riguarda le spese, invece, sono da segnalare:

  • Riduzione dei diversi capitoli di spesa per i mutui (92000 euro)
  • 180000 euro per cultura e turismo, che compensa il taglio fatto in sede di bilancio di previsione
  • 60000 euro per notifica dei contribuenti morosi 2017-18-19, che vanno aggredite in tempi brevi
  • 50000 euro per patrocinio legale, su richiesta dell’ufficio legale in vista di possibili necessità da qui a fine anno
  • Introiti per una vendita di una cappellina cimiteriale, destinati alla manutenzione del cimitero
  • 30000 euro per omologazione impianti e uffici pubblici
  • 20000 euro per la realizzazione di un progetto guida di vigilanza contro la movida notturna

Nella delibera c’è anche il riconoscimento di alcuni equilibri, tra cui debiti fuori bilancio, per importi totali di 16000 euro legati a contenziosi quindi facilmente accoglibili da parte dell’Amministrazione. In questo atto ci sono le variazioni più significative, che portano alla salvaguardia di bilancio».

Per quanto riguarda il punto 3 (Dup), Pellei parla di un «atto molto importante, che raccoglie le macro-voci del programma elettorale e le trasferisce in documenti amministrativi. Nel primo atto di bilancio 2022-24 (26 marzo) avevamo già approvato le misure, ora il Documento Unico le farà proprie».

«Il Dup è nato dall’armonizzazione contabile con i documenti dello Stato, e fa da ponte con il nuovo bilancio di previsione 2023-25. Non può essere il documento su cui si basa la programmazione effettiva 2023-25, ma getta le basi per il futuro»

Sono state fatte due variazioni: una variazione del bilancio di previsione 2022-24 approvata in giunta in data 28 giugno, che ha riguardato 45000 euro per eventi culturali per la stagione estiva 2022, e le seguenti spese: 

– 15000 euro per Onorati

– 20000 per la Festa della Madonna della Marina

– 20000 per l’evento Se non è zuppa è vredette

Richeste specifiche Polizia Municipale (per 52000 euro):

  • Sorveglianza dell’abusivismo commerciale 30000 euro
  • Vestiario, mezzi e formazione della Polizia Municipale 22000 euro
  • 134000 euro per il 2022 e 158000 per il 2023 per il programma delle Assunzioni Flessibili: definizione delle risorse per il servizio mense scolastiche (approvati il 7 luglio scorso)

Il Presidente Canducci e Giorgio De Vecchis esprimono qualche perplessità sulle richieste della Polizia Municipale, che a loro dire evidenziano degli errori di programmazione pregressi. L’Assessore Pellei indirizza però la responsabilità dei problemi organizzativi alle spese extra dettate dall’emergenza Covid.